Coronavirus

Coronavirus, ancora un lutto tra i medici: morto il chirurgo Emilio Brignole

Responsabile del servizio di urgenza chirurgica al pronto soccorso del Villa Scassi, aveva 67 anni. Il virus lo ha stroncato in poco più di due settimane. Morto anche un altro medico, l'odontoiatra Giunio Matarazzo

Nel tragico, e purtroppo sempre più lungo, elenco compilato dalla Federazione Nazionale Ordini dei Medici, è al numero 105, ultima vittima dell’epidemia di coronavirus in Italia: Emilio Brignole, chirurgo responsabile del servizio di urgenza chirurgica al pronto soccorso dell'ospedale Villa Scassi di Genova, alla fine dal virus è stato ucciso.

Brignole, 67 anni, ha iniziato a sentirsi male introno a metà marzo, e si era fermato. Si era anche sottoposto a tampone, risultato negativo, ma le condizioni di salute si sono aggravate sino al ricovero e, alla fine, la morte. Volto molto noto al Villa Scassi e non solo, era amato e stimato dai colleghi, e non si era mai risparmiato nell’emergenza, come accaduto anche durante la tragedia del ponte Morandi.

«È sempre stato un grande lavoratore e professionista stimato», ha confermato Franco Pleitavino, direttore dipartimento chirurgie Asl 3. Brignole se n’è andato due notti fa: lascia la moglie, Franca, e i due figli Michela e Daniele, anche loro medici.

Brignole non è purtroppo l’unico professionista a essere stato stroncato dal virus nei gironi Scorso. La 104esima vittima del covid-19 è l’odontoiatra Giunio Matarazzo, 76 anni, uno studio dentistico avviato a Borgo Pila a Genova.

Matarazzo è morto martedì, lascia la moglie Mariana e i figli Lucia e Giunio Jr.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, ancora un lutto tra i medici: morto il chirurgo Emilio Brignole

GenovaToday è in caricamento