Coronavirus, nuova donazione di El Shaarawy per la Liguria

Il 118 di Savona ha ricevuto dal calciatore, che ora gioca in Cina, quattro ecografi. Anche l'ospedale San Paolo ha beneficiato dell'aiuto del giocatore

Stephan El Shaarawy insieme a Mattia Perin

L'ex giocatore del Genoa, Stephan El Shaarawy, di origini egiziane ma nato a Savona, ha voluto dare un altro contributo a chi, nella sua Liguria, sta combattendo il coronavirus in prima fila. La notizia è stata resa nota dal 118 di Savona con un post su Facebook.

«Abbiamo ricevuto una donazione molto speciale da Stephan El Shaarawy - si legge nel post -: si tratta di quattro ecografi, di grande valore non solo economico, ma a dir poco fondamentali nell'emergenza che stiamo vivendo oggi e che saranno anche un valido strumento diagnostico anche in futuro. Una delle funzioni di base infatti è quella di sostituire uno degli strumenti "classici" di noi medici: il fonendoscopio che nelle attuali condizioni non è purtroppo utilizzabile».

El Shaarawy si era già attivato a marzo, organizzando una raccolta fondi per l'ospedale San Paolo di Savona, dove la madre del calciatore ha lavorato per una vita e dove lui e il fratello sono nati. L'obiettivo dell'iniziativa era di raccogliere 50mila euro.

Inoltre, insieme ai suoi compagni di squadra dello Shanghai Shenhua, ha donato all'Italia migliaia di mascherine, occhiali, tute e kit di emergenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente di caccia a Bolzaneto: muore 58enne colpito per errore

  • Travolta da uno scooter a Sant'Eusebio, muore in ospedale: «Ciao Ale»

  • Tragedia al San Martino, trovato morto paziente allontanatosi dal reparto

  • A passeggio dopo il coprifuoco: «Stiamo tornando a casa dopo una festa con amici». Multati

  • Morta in un incidente, raccolta fondi per la famiglia di Alessandra Parente: donati gli organi

  • Albaro: festa di compleanno notturna a Villa Gambaro, i residenti chiamano la polizia

Torna su
GenovaToday è in caricamento