Coronavirus, positivi due detenuti nel carcere di Pontedecimo

La Uil: «La situazione potrebbe farsi molto pesante. È indispensabile un immediato screening»

Due detenuti sudamericani, arrestati il 7 ottobre 2020 e in isolamento fiduciario nel reparto nuovi giunti di Pontedecimo, sono risultati positivi al covid-19. A renderlo noto è Fabio Pagani, segretario della Uilpa polizia penitenziaria.

«Dobbiamo evitare - commenta Pagani - che nel carcere genovese di Pontedecimo si rischi l'espansione del contagio da covid-19 fra i ristretti. I due detenuti in carcere per violenza di gruppo, rispeIvamente classe 1998 e 1997, potrebbero aver contagiato qualcuno fuori prima dell'ingresso e il personale di polizia penitenziario e civile all'interno quindi è indispensabile un immediato screening (tamponi), fra le persone a maggior contatto con i ristretti».

«A Pontedecimo - conclude Pagani - sono ristretti 80 uomini e 69 donne per un totale di 149 detenuti, mentre su intero territorio nazionale sono 50 i detenuti affetti da covid-19 e 77 i poliziotti penitenziari (dati del 12 ottobre 2020)».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ferrari distrutta per Marchetti mentre si allena a Pegli

  • La Liguria torna in zona gialla, ma si attende il nuovo (e più severo) dpcm: cosa si sa

  • Covid, firmato il nuovo dpcm: spostamenti, asporto e scuola, cosa prevede

  • Covid, la ricerca delle università di Genova, Okinawa e Francia: «Il distanziamento non basta»

  • Liguria in zona arancione con i nuovi parametri: cosa cambia

  • Il genovese "Fotografo dei Puffi" conquista i social: «Così faccio conoscere la Liguria con fantasia e ironia»

Torna su
GenovaToday è in caricamento