rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Coronavirus

Covid, da oggi in vigore il nuovo decreto: weekend arancione, Liguria in bilico

Il 7 e 8 gennaio unici due giorni gialli dopo la lunga tornata natalizia, il fine settimana sarà arancione, attesa per il 34esimo rapporto dell'Iss e la decisione sulla zona assegnata alla Liguria a partire dall'11 gennaio

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 5 gennaio il nuovo decreto legge, il primo del 2021, per la gestione dell’emergenza coronavirus in Italia. 

Quanto contenuto nel decreto entra in vigore a partire dal 6 gennaio, e prevede all’articolo 1 che dal 7 al 15 gennaio “è vietato ogni spostamento in entrata e in uscita tra tra i territori di diverse regioni o province autonome”, salvo ovviamente i motivi già contemplati di salute, lavoro e necessità e il rientro al domicilio o residenza (fanno eccezione le seconde case che si trovano in altra regione o provincia autonoma. 

Sabato 9 e domenica 10 gennaio in tutta Italia scatta la zona arancione, con divieto di uscire dal proprio comune di residenza e chiusura di bar e ristoranti. Resta però in vigore la deroga per i piccoli comuni già prevista a Natale: spostamenti consentiti per chi abita in centri con popolazione inferiore a 5.000 abitanti e per destinazioni distanti non più di 30 km.

Fino al 15 gennaio vale anche la deroga prevista in zona rossa dello spostamento, in territorio comunale, verso una sola abitazione privata una volta al giorno, tra le 5 e le 22, in un massimo di 2 persone (esclusi i minori di 14 anni).

Il 7 e l’8 gennaio, dunque, rappresentano una breve tregua gialla prima dell’entrata in vigore della zona arancione del weekend. Venerdì l’Istituto Superiore di Sanità, sulla base del 34esimo monitoraggio settimanale deciderà il colore da assegnare alle singole regioni, con le corrispondenti misure restrittive che entreranno in vigore a partire dall’11 gennaio. La Liguria a oggi è in bilico, come confermato anche dal presidente della Regione, Giovanni Toti.

«Giovedì inizieranno ad andare a scuola i bambini delle elementari e medie, mentre per i licei e gli Istituti superiori la data di partenza, con il 50% degli studenti in presenza, sarà lunedì 11 gennaio - ha spiegato venerdì sera - Se le regioni saranno classificate gialle o arancioni per la settimana successiva non cambierà nulla, se invece si fosse classificati rossi i licei e le scuole superiori non partiranno. Per sapere cosa succederà la settimana successiva a questa bisognerà aspettare il confronto con il governo e il rapporto dell’Istituto Superiore di Sanità».

Il nuovo decreto rivede, tra l’altro, i criteri per l’individuazione degli scenari di rischio sulla base dei quali saranno applicate le misure previste per le zone “arancioni” e “rosse”, ed è da questa revisione che dipenderà l’ingresso della Liguria in zona arancione o rossa.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, da oggi in vigore il nuovo decreto: weekend arancione, Liguria in bilico

GenovaToday è in caricamento