Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Coronavirus

Covid, 458 nuovi positivi in Liguria, crescono gli ospedalizzati

Sono 5 le schede decesso registrate, e 353 i nuovi guariti

Sono 458 i nuovi positivi al coronavirus in Liguria, a fronte di 4.481 tamponi molecolari e 2.748 test rapidi: sono questi i dati del bollettino di sabato 20 marzo 2021 emesso da Alisa.

I nuovi casi, per provincia di residenza, sono esattamente 7 in Asl 1 (Imperia), 57 in Asl 2 (Savona), 239 in Asl 3 e 52 in Asl 4 per quanto riguarda il genovese, e infine 36 in Asl 5 (La Spezia). 3 casi non sono riconducibili alla residenza in Liguria.

Sono 9 i nuovi pazienti che, nelle ultime 24 ore, sono finiti in ospedale, per un totale di 650 persone attualmente ricoverate, di cui 65 in terapia intensiva. Le nuove schede decessi, registrate nelle ultime 24 ore e che si riferiscono a persone mancate dal 17 al 19 marzo, sono 5. Le persone che non ce l'hanno fatta avevano un'età compresa tra i 69 e i 95 anni. Invece sono 353 i nuovi guariti tra venerdì e sabato.

Attualmente in Liguria ci sono 5.907 persone in sorveglianza attiva.

Il 70% dei vaccini consegnati è stato somministrato

A sabato 20 marzo ore 16, in Liguria sono stati consegnati 300.920 vaccini (fonte governativa) di cui sono stati somministrati 211.605, cioè il 70%.

Vaccini: quasi il 90% delle dosi "freeze" somministrato agli anziani

L’incidenza del covid negli anziani, dopo che si è implementata la vaccinazione della nostra regione si è dimezzata passando da circa 3 casi ogni 10.000 a circa 1 caso e mezzo su 100.000: sono questi i dati diffusi dalla Regione Liguria, che ricorda che, in tutto il territorio regionale, è stato somministrato l’88% di vaccini "freeze", ovvero Pfizer e Moderna.

Trend opposto invece quello degli adolescenti, nei ragazzi tra i 13 e 19 anni l'incidenza è sostanzialmente aumentata, almeno del 50%. «Una crescita sostanzialmente interrotta con i provvedimenti presi sulla scuola da parte della nostra amministrazione, ma che resta comunque elevata - commenta il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti - Motivo per cui è stata firmata l’ordinanza di prosecuzione della Dad nelle scuole superiori fino al termine delle vacanze pasquali».

Di questi numeri, della situazione negli ospedali, della programmazione vaccinale si è parlato nel corso della riunione convocata sabato mattina dal presidente Toti con i direttori generali delle Asl e la task force sanitaria. Sul fronte dei numeri legati ai vaccini la Liguria ha vaccinato il 4,40% della popolazione, collocandosi - riferisce la Regione - all’ottavo posto della classifica italiana con 30mila vaccini somministrati questa settimana e l’obiettivo di 50mila, in sette giorni, nella prossima.

«La creazione degli hub vaccinali aggiunge Toti - che apriranno il 29 marzo, data in cui partiranno anche le farmacie, ci porterà a superare 70mila vaccini a settimana».

Anticorpi monoclonali: 4 pazienti trattati

Intanto l’ospedale San Martino informa che dal 18 marzo ad oggi sono già stati trattati 4 pazienti covid positivi con gli anticorpi monoclonali presso la clinica di Malattie Infettive diretta dal professor Matteo Bassetti. La clinica è prima in Italia a sperimentare questo trattamento.

Si tratta di due pazienti maschi, rispettivamente nati nel 1949 e 1951 e di due donne, nate entrambe nel 1945.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, 458 nuovi positivi in Liguria, crescono gli ospedalizzati

GenovaToday è in caricamento