rotate-mobile
Coronavirus

Vaccini, Toti: "Necessario sia quello contro il covid sia contro l'influenza". Il punto della situazione

"La pressione sugli ospedali in questo momento è ancora abbastanza stabile, ma possiamo prevedere un trend in aumento nei prossimi giorni" ha detto il direttore generale di Alisa Filippo Ansaldi

L'inverno sta arrivando e porta con sé il periodo tradizionalmente più complesso dal punto di vista delle malattie infettive a causa del calo delle temperature. In questi giorni in Liguria viene registrato un incremento dell’occupazione dei posti letto: una settimana fa erano 232, di cui 4 in terapia intensiva, oggi sono 251, di cui sempre 4 in terapia intensiva.

“È importante vaccinarsi, sia contro il covid, ma anche contro l’influenza - dice il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti analizzando questi dati - in particolare per quanto riguarda i soggetti fragili, con l’obiettivo proteggere noi stessi e i nostri cari e non rischiare di sovraccaricare il sistema sanitario che sta lavorando senza sosta per recuperare le prestazioni rimandate a causa dell’enorme sforzo sostenuto per far fronte alla fase più dura della pandemia".

I vaccinati con quarta dose anti covid in Liguria sono 148.310 (il 12.19% della popolazione sopra i 12 anni): di questi, 58.700 sono persone che hanno superato gli 80 anni di età (il 38.14% della popolazione di questa fascia di età ha ricevuto la IV dose). Le prenotazioni per la quarta dose sono al momento oltre 112mila.

“Alla luce di questi numeri - aggiunge l’assessore alla Sanità Angelo Gratarola - l'unica vera arma a disposizione è quella di aderire rapidamente alla vaccinazione offerta da Regione Liguria non solo per l'anti-covid, ma anche per l'antinfluenzale perché il mix dei due virus potrebbe essere importante e deleterio. Il rischio quindi è di assistere ancora una volta ad un attacco alle attività ospedaliere con l'affollamento dei reparti, al blocco delle attività chirurgiche e al crescere inesorabile delle liste d'attesa”.

“Stiamo riscontrando da alcuni giorni l’inizio di una inversione di tendenza in tutti gli indicatori che stiamo costantemente monitorando - spiega il direttore generale di Alisa Filippo Ansaldi -. Come era lecito attendersi in concomitanza con la diminuzione delle temperature che favorisce la circolazione dei virus respiratori, assistiamo a una ripresa dell’aumento del numero dei positivi in Liguria. La pressione sugli ospedali in questo momento è ancora abbastanza stabile, ma possiamo prevedere un trend in aumento nei prossimi giorni. In particolare l’indice Rt è ripreso a crescere ed è tornato superiore a 1. Per quanto riguarda gli indicatori di pressione ospedaliera, il numero medio di ricoveri giornalieri questa settimana è arrivato a 29 (la scorsa settimana 22), mentre il numero complessivo di persone positive nei nostri ospedali è salito a 251”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vaccini, Toti: "Necessario sia quello contro il covid sia contro l'influenza". Il punto della situazione

GenovaToday è in caricamento