Mascherine obbligatorie e posti limitati, Atp si prepara alla fase 2

Sugli autobus sarà garantito un numero massimo di passeggeri, in modo da consentire il rispetto della distanza di un metro tra gli stessi

Nuovo incontro tra i dirigenti di Atp Esercizio e i rappresentanti dei lavoratori per concordare le novità che riguardano il servizio di trasporto pubblico in vista della Fase 2 dell'emergenza Coronavirus, che è stata fissata al prossimo 4 maggio dal nuovo Dpcm per il contenimento del contagio da Covid-19 dello scorso 27 aprile. Atp ha deciso di adottare interventi ancora più stringenti.

«Abbiamo fatto delle scelte operative che salvaguardano il servizio anche in vista di un aumento del numero dei passeggeri in vista della Fase 2, offrendo però il massimo della sicurezza in termini di distanziamento sociale e sanificazione a bordo», dice il presidente di Atp Esercizio, Enzo Sivori.

In particolare i passeggeri dovranno indossare obbligatoriamente una mascherina, anche di stoffa, per la protezione del naso e della bocca, prima della salita a bordo del mezzo. Sugli autobus sarà garantito un numero massimo di passeggeri, in modo da consentire il rispetto della distanza di un metro tra gli stessi, contrassegnando con “marker” i posti che non possono essere occupati. Dunque verranno applicati specifici adesivi sui mezzi.

La vendita di biglietti a bordo rimane temporaneamente sospesa e l’utenza dovrà munirsi del titolo di viaggio prima della salita e dovrà convalidarlo manualmente in caso di mancato funzionamento delle obliteratrici di bordo. La salita e la discesa dei passeggeri dal mezzo dovrà avvenire secondo flussi separati. Per il servizio il trasporto con modalità tradizionale verranno utilizzati esclusivamente autobus con un numero di porte maggiore o uguale a due; nel caso di autobus a due porte, la salita e la discesa dei passeggeri avverrà per flussi separati, dando priorità alla discesa dei passeggeri che si trovano a bordo. I mezzi dotati di una sola porta saranno utilizzati esclusivamente per il servizio “Chiama il Bus”, dove l’utenza è contingentata in fase di prenotazione.

Per la gestione dell'affollamento del veicolo, l'Azienda potrebbe anche decidere di non effettuare alcune fermate. Resterà attivo l'attuale servizio di trasporto a prenotazione “Chiama Bus” dal lunedì al venerdì “con modulazione giornaliera” dalle ore 5 alle ore 19, dove non presenti corse di linea, telefonando al numero erde 800 499999 attivo dalle ore 8 alle ore 12 (dal lunedì al sabato). La prenotazione dovrà essere effettuata entro il giorno precedente l’effettuazione della corsa. Per informazioni ed aggiornamenti è possibile consultare il canale Telegram Atp Esercizio e il numero dedicato 0185/373 323.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sul fronte della sanificazione, la pulizia e l'igienizzazione dei mezzi sarà ripetuta in diverse fasce orarie durante la giornata. Oltre alla quotidiana attività di sanificazione, è allo studio l'impiego di atomizzatori che nebulizzano all'interno con perossido di idrogeno. Si provvederà alla sanificazione anche dei sistemi di condizionamento dell'aria. Questa attività viene svolta da operatori specializzati e permette di intervenire in maniera ancora più efficace sui mezzi, sanificando tutti gli spazi interni delle vetture, compresi, oltre a tutte le strutture di appoggio, anche vetri e sedili.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Genova usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, possibile "mini lockdown" in tutta Genova: «I contagi crescono ovunque»

  • Bassetti: «In ospedale al primo sintomo influenzale per la paura che è stata trasmessa»

  • Covid, tutta Genova diventa zona "ad alta attenzione": firmata la nuova ordinanza

  • Auto pirata travolge gruppo di giovani a Quezzi, 4 feriti gravi tra cui una ragazza incinta

  • Incidente a Quezzi, arrestato il pirata della strada

  • Covid, coprifuoco a Genova dalle 21 alle 6: ecco cosa si può (e non si può) fare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento