Navi da crociera, in 4 giorni emessi 1000 visti per far rientrare gli equipaggi

Super lavoro della Polizia di Frontiera di Genova per supportare e regolare gli sbarchi: di norma in un intero anno si rilasciano poco più di 4500 visti

Centinaia di controlli e mille visti emessi in soli 4 giorni: anche la Polizia di Frontiera nelle settimane di emergenza coronavirus ha lavorato senza sosta, giorno e notte, soprattutto per regolarizzare gli sbarchi dell’equipaggio dalle navi da crociera e dai traghetti in porto.

Massiccio lo sforzo per garantire lo sbarco più rapido possibile e il rientro nelle varie città con voli charter, navi o bus, alle migliaia di membri degli equipaggi delle navi da crociera della Costa e di Msc, anche alla luce delle conferme di alcuni casi positivi, come accaduto sulla Msc Opera. 

Per evitare che i contagi potessero ulteriormente  appesantire il carico che sta sopportando il sistema sanitario ligure, l’Ufficio Visti della Polizia di Frontiera ha fatto uno sforzo eccezionale, rilasciando circa 1000 visti ai marittimi per lasciare le navi e partire verso le loro destinazioni in soli 4 giorni, contro i 4.500 rilasciati di norma in un intero anno.

A questa attività si sono aggiunte le centinaia di controlli fatti ogni giorno in porto e in aeroporto, con la verifica della sussistenza delle condizioni previste dai decreti governativi per poter viaggiare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente di caccia a Bolzaneto: muore 58enne colpito per errore

  • Travolta da uno scooter a Sant'Eusebio, muore in ospedale: «Ciao Ale»

  • All'asta le sneaker della Lidl. Anche mille euro per una taglia 38

  • Tragedia al San Martino, trovato morto paziente allontanatosi dal reparto

  • A passeggio dopo il coprifuoco: «Stiamo tornando a casa dopo una festa con amici». Multati

  • Morta in un incidente, raccolta fondi per la famiglia di Alessandra Parente: donati gli organi

Torna su
GenovaToday è in caricamento