menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, tre nuovi cluster in Liguria

Continua a circolare, anche se con meno veemenza, il covid-19 in Liguria. Prosegue il calo degli ospedalizzati, ma in due ospedali e una residenza protetta si sono registrati tre nuovi focolai

Tre nuovi focolai di coronavirus in Liguria. A renderlo noto durante il consueto punto stampa serale venerdì 11 dicembre 2020 è stato il presidente della Regione, Giovanni Toti, che ha esordito spiegando che «continua la discesa del covid in Liguria, confermando il trend delle ultime settimane».

Insomma il quadro attuale pare confortante, gli ospedalizzati scendono, 887 stando al bollettino di venerdì, ma i decessi sono ancora in doppia cifra (25 nell'ultimo bollettino). E proprio l'alto numero di morti, a livello nazionale, secondo il ministro della Salute Pierpaolo Sileri, è una buona ragione per non «riaprire». Anche l'Istituto superiore di sanità mette in guardia sul fatto che il numero dei nuovi casi di coronavirus «è ancora significativo anche se in decrescita».

Coronavirus, bollettino del 12 dicembre 2020

Nelle prossime ore il governo dovrebbe prendere una decisione in merito a eventuali deroghe agli spostamenti fra comuni a Natale, Santo Stefano e Capodanno, ma la palla potrebbe passare al parlamento, come ipotizzato dal premier Conte, che ha proposto una decisione collegiale sulla questione. 

La conferma che il virus continua a circolare è data dai tre cluster divampati negli ultimi giorni in Liguria, nessuno nella provincia di Genova. Ecco come ha risposto il sistema sanitario a seconda dei singoli casi.

Ospedale San Paolo di Savona

Il 7 dicembre scorso presso il reparto di Medicina un paziente asintomatico è risultato positivo al tampone effettuato in dimissione. Una ulteriore positività, sempre in un paziente asintomatico in dimissione, si è verificata l'8 dicembre. Asl2 ha immediatamente disposto la sanificazione straordinaria delle stanze di degenza, degli spazi operativi e delle aree comuni e, in accordo con il Direttore delle Malattie infettive, anche l’effettuazione di un tampone di 'screening' su tutti i pazienti ricoverati nella struttura di degenza. L’attività di screening ha fatto rilevare 12 pazienti positivi asintomatici, rendendo necessario il loro trasferimento presso le aree di degenza riservate ai pazienti covid, l’isolamento preventivo dei pazienti risultati negativi al tampone di screening e l’attivazione dell’isolamento domiciliare per i pazienti dimessi nei giorni precedenti. Tutto il personale operante nel reparto è stato sottoposto a diagnosi molecolare. In via precauzionale, in attesa dell’esito del tampone molecolare degli operatori, i ricoveri presso la struttura di degenza sono stati momentaneamente sospesi.

Residenza protetta Suarez di Calizzano

Dalle indagini effettuate si presume che il caso indice sia un fisioterapista della struttura. Il 7 dicembre sono stati sottoposti al tampone molecolare tutti i 60 ospiti della struttura e i 32 operatori. Sono risultati positivi 17 ospiti mentre, per quanto concerne gli operatori, sono risultati 2 indeterminati e 2 positivi. Il 10 dicembre 6 ospiti hanno fatto accesso al P.S. dell'ospedale di Santa Corona e, successivamente, sono stati ricoverati presso il reparto di Malattie Infettive dell'Ospedale di Albenga. Inoltre alcuni ospiti sono stati traferiti o sono in attesa di trasferimento presso la struttura dedicata "RSA Noceti". Venerdì 11 dicembre sono stati eseguiti tamponi antigenici rapidi alla totalità degli ospiti risultati negativi in occasione dell'indagine molecolare: si sottolinea la positività di tre ospiti precedentemente risultati negativi.
Il 17 dicembre è prevista l'esecuzione dei tamponi molecolari di controllo in 10° giornata. Sabato 12 dicembre è previsto l'intervento di medici Gsat per visite ad anziani e supporto al personale.

Ospedale Sant’Andrea della Spezia

A fronte del riscontro di positività di 2 pazienti nel reparto di Medicina interna Ospedale Sant’Andrea, i pazienti sono stati trasferiti dal Sant’Andrea al San Bartolomeo di Sarzana. Tutto il personale (medico e comparto) è stato sottoposto a tampone.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Caligo: Genova si sveglia (ancora) nella nebbia, le foto più belle

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento