Coronavirus, tolto il numero chiuso per i luoghi di culto

Il presidente della Regione firma un’ordinanza in accordo con la Conferenza episcopale per eliminare l’accesso contingentato a il numero chiuso nelle chiede e in altri luoghi di culto

Libero accesso, da venerdì 3 settembre, ai luoghi di culto della Liguria.

Il presidente della Regione, Giovanni Toti, ha formato un’ordinanza - la numero 55 - in cui elimina il numero chiuso nelle chiese e in altri luoghi di culto, ripristinando di fatto la normale capienza delle strutture, ridotta nel periodo di emergenza coronavirus.

«Non ci sarà più un numero massimo di persone da rispettare, ma resterà obbligatorio indossare la mascherina e mantenere sempre il metro di distanza, tranne tra congiunti e persone che condividono abitualmente la vita sociale - ha confermato Toti - Mentre lavoriamo alla riapertura delle scuole in sicurezza, questo è un ulteriore passo avanti verso la normalità, in accordo con la Conferenza Episcopale della Liguria. Con attenzione e rispettando le regole la nostra regione sta andando avanti e stiamo mettendo in campo ogni mezzo di monitoraggio e prevenzione per fare in modo che continui così, non possiamo fermarci adesso».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente di caccia a Bolzaneto: muore 58enne colpito per errore

  • Travolta da uno scooter a Sant'Eusebio, muore in ospedale: «Ciao Ale»

  • All'asta le sneaker della Lidl. Anche mille euro per una taglia 38

  • Tragedia al San Martino, trovato morto paziente allontanatosi dal reparto

  • Lo spettacolo della Corsica dalla Liguria: miraggio o realtà?

  • A passeggio dopo il coprifuoco: «Stiamo tornando a casa dopo una festa con amici». Multati

Torna su
GenovaToday è in caricamento