Centri estetici abusivi aperti in tempi di coronavirus, Cna lancia l'allarme

“Fenomeno che va combattuto con la collaborazione dei cittadini e delle istituzioni”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di GenovaToday

C’è preoccupazione per i centri estetici abusivi aperti in tempi di Coronavirus, un allarme lanciato da Cna: “Vogliamo ancora una volta sottolineare il problema dell’abusivismo nel settore del benessere. Si tratta di un problema che da sempre segnaliamo come grave danno per le categorie che rappresentiamo e che oggi, di fronte alla difficile emergenza sanitaria che stiamo vivendo, con migliaia di imprese che debbono rimanere chiuse, è ancor più inaccettabile”, spiega Barbara Banchero (segretario Cna Genova) che sottolinea un aspetto: “ Abbiamo migliaia di imprese che si chiedono come potranno ripartire e contestualmente ci sono abusivi che continuano a lavorare in maniera indisturbata e silente, mettendo a serio rischio la salute di tutti in barba ai Decreti e alle norme di sicurezza antiCOVID19. La nostra Associazione ha già lanciato una campagna sui social e crediamo sia necessario che una volta per tutte si comprenda la portata del fenomeno e per questo chiediamo a tutti, Istituzioni e cittadini, la massima collaborazione per combatterlo”.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento