Coronavirus

Covid, parte la campagna "Adulto e vaccinato" rivolta agli indecisi

Un ligure su tre, nella fascia dai 60 agli 80 anni, non si è ancora vaccinato

La Liguria prova a convincere gli indecisi a vaccinarsi. È partita la campagna "Adulto e vaccinato" per sensibilizzare chi ancora manifesta perplessità sui vaccini contro il Covid.

Mentre si registra il secondo tutto esaurito agli Open Day dedicati ai giovani, i più anziani manifestano qualche perplessità. I numeri dicono che circa un ligure su tre, nella fascia dai 60 agli 80 anni, non si è ancora vaccinato e non è certo lo farà. Mentre nella fascia 60-69 anni ha aderito il 71,6%. 

«Rifiutare oggi il vaccino per il Covid equivale a mettere a rischio la nostra vita. Chi è oggi contro il vaccino per il Covid non solo è contro la scienza, ma è soprattutto contro la propria salute e quella delle persone che abbiamo intorno. Il vaccino salva la vita», ha scritto nei giorni scorsi Matteo Bassetti, direttore della clinica di Malattie infettive del Policlinico San Martino di Genova, sulla sua pagina Facebook.

Il presidente della Regione Giovanni Toti, in conferenza stampa martedì 1 giugno sul Covid, ha raddoppiato la carica: «I giovani stanno dando l’esempio e dimostrando un grande senso civico in questo momento decisivo per la ripartenza del Paese. Il mio appello va ancora una volta agli indecisi: i vaccini sono sicuri e restano la strada maestra per uscire dalla pandemia e tornare alla normalità. Proprio per questo domani lanceremo la campagna ‘Adulto e vaccinato’ proprio per sensibilizzare chi è ancora indeciso e allargare ancora la platea: in ogni caso – conclude Toti – arriveremo a 100 mila dosi a settimana nella seconda metà di giugno, sperando che le consegne dei vaccini non subiscano ritardi».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, parte la campagna "Adulto e vaccinato" rivolta agli indecisi

GenovaToday è in caricamento