menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bonus da 1.000 euro agli operatori sanitari, Toti: «Andrà solo a chi davvero lo merita»

Il governatore ligure chiarisce che l'aumento in busta paga arriverà soltanto a chi nell'emergenza coronavirus non si è risparmiato: «Non sosterrò mai la politica del siamo tutti uguali»

La Regione raddoppierà il fondo messo a disposizione dal governo per il bonus da mille euro in busta paga destinato agli operatori sanitari che hanno operato nella lotta al coronavirus. Lo farà, però, «soltanto per chi se lo è meritato, perché non siamo tutti uguali e mai sosterrò politiche del siamo tutti uguali».

A parlare è stato il governatore ligure Giovanni Toti, che mercoledì sera ha confermato che ai 6 milioni di plafond del governo la Regione ne aggiungerà altri 6: «Verranno dati ai nostri operatori sanitari, ai medici e agli infermieri, perché se le sono meritati sul campo lavorando e rischiando senza guardare cartellino e contratto, ma guardando i pazienti negli occhi. Io non lo dimenticherò mai, ed è giusto che vadano premiati, ma solo chi se lo è meritato, voglio essere chiaro».

Toti ha ribadito più volte la stima nei confronti degli operatori sanitari che «hanno rischiato vita, salute e famiglia per essere in prima linea, non si sono fatti domande, ma hanno chiesto chi aveva bisogno e hanno agito. Ce ne sono stati tantissimi e per loro mi batterò, gli darò anche un euro in più, ma ci sono anche altri che non hanno rischiato le stesse cose, e credo che sia giusto premiare per merito chi ha lavorato e lo ha fatto per generosità».

«Non siamo tutti uguali - ha proseguito Toti - c’è chi lavora 20 ore e chi 2, chi è stato in prima fila e chi neanche si trovava nella quarta, chi ha rischiato in tempi bui in cui non c’erano dispostivi di protezione individuale e si è arrangiato, e chi invece ha detto che andava a lavorare solo se aveva la mascherina perfetta: a chi ha messo il cuore daremo il cuore».

Gli operatori sanitari in servizio nelle Asl della Liguria sono circa 23mila. Con i fondi messi a disposizione dal governo, 6,5 milioni, è possibile erogare il bonus a 6.500 lavoratori, 8.500 con i due milioni in più messi inizialmente a disposizione dalla Regione. Che ha deciso di aggiungere altri 4 milioni, in modo da arrivare a 12 milioni e premiare circa la metà dei medici, infermieri e tecnici in prima linea contro il coronavirus.

«Venerdì prossimo - ha detto l’assessore alla Sanità Sonia Viale - abbiamo convocato il tavolo coi sindacati medici, dopodiché faremo la sintesi sulle proposte che abbiamo ricevuto. Il riconoscimento riguarderà tutti i profili impegnati veramente nell’emergenza».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, Toti: «Dati positivi, oggi saremmo in zona gialla»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento