Coronavirus: 432 nuovi casi su oltre 5.100 tamponi. Al San Martino riapre il "fagiolone"

Il quadro dell'emergenza covid-19 in Liguria con i dati aggiornati relativi a nuovi contagi, tamponi, ospedalizzati, guariti e deceduti

Sono ben 432 i nuovi casi positivi di coronavirus in Liguria su 5.149 tamponi eseguiti, un numero record di test che sta producendo, come nel resto d'Italia, una crescita sempre più rapida dei contagi dopo la breve tregua estiva (mercoledì erano 362 nuovi casi su 3.981 tamponi).

Si registrano purtroppo anche 3 nuove vittime:  un uomo di 64 anni deceduto il 13 ottobre a Rapallo, e un uomo di 79 anni e una donna di 95 deceduti all'ospedale San Paolo Savona.

Il bollettino della Regione di giovedì 15 ottobre 2020 riporta 16.696 casi positivi totali da inizio emergenza, 14.435 dei quali sintomatici. La provincia con il maggior numero di positivi resta quella di Genova, con il capoluogo ligure, dove proprio giovedì è entrata in vigore una nuova ordinanza con misure ancora più restrittive, sorvegliato speciale:  3.366 i casi che si sono registrati nella provincia, 862 in quella della Spezia, 375 in quella di Savona, 319 in quella di Imperia

Le persone positive residenti in Liguria, ma fuori regione, sono 161, mentre sono in fase di verifica 375 tamponi.

Coronavirus, ricoveri crescono: al San Martino riapre il "fagiolone"

Crescono anche i ricoverati in ospedale: 342 in tutta la Liguria, 26 quelli in terapia intensiva, per un totale di 27 persone ricoverate in più rispetto a mercoledì. Proprio sul fronte ricoveri, dopo avere riaperto un'area "costola" delle Malattie Infettive da 17 posti letto, al San Martino si è deciso di riaprire anche il cosiddetto "fagiolone",  il reparto al terzo piano del Padiglione Nuovi Laboratori, che conta su 20 posti letto.

La scelta di riaprirlo a parte dalle 20 è stata fatta, spiega la direzione sanitaria, «in considerazione dell’aumento di ricoveri di pazienti covid nella giornata odierna presso il Pronto Soccorso e stante le esigenze attuali, che denotano una connotazione clinica di medio-bassa intensità. Il reparto sarà gestito da medici internisti ed anestesisti secondo il modello, già sperimentato con successo, della gestione congiunta multidisciplinare».

Crescono anche le persone in isolamento domiciliare, di poco: 2.771, e cioè 11 in più rispetto alle 24 ore precedenti. I nuovi guariti sono 56, per un totale da inizio emergenza di 9.612 sulla totalità di 16.696 persone che si sono ammalate. Per quanto riguarda i soggetti in sorveglianza attiva, e cioè monitorati perché contatti di casi, nel territorio della Asl 1 sono 860, in quello della Asl2 invece 1.194, 1.303 quelle in Asl 3, 427 in Asl 4, 617 in Asl 5: in totale 4.401 persone.

Il dettaglio dei nuovi positivi:

• ASL 1: 29

14 contatto di caso confermato

15 attività di screening

• ASL 2: 8

4 contatto caso confermato

4 attività di screening

• ASL 3: 365

174 contatto caso confermato

190 attività screening

1 rientro estero

• ASL 4: 6

6 attività screening

• ASL 5: 24

11 contatto caso confermato

13 attività screening

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ruba smartphone a mamma con neonato sul bus, poi la prende a pugni

  • Coronavirus, da domenica la Liguria torna in zona gialla

  • Liguria verso zona gialla, ma gli spostamenti fuori regione restano in forse

  • Perdono entrambi i genitori nel giro di un anno: mobilitazione per aiutare due fratelli di Quezzi

  • Antiche tradizioni: cos'è il "ragno genovese"?

  • «L'ho trovato, vedrai che non succederà più»: arrestato l'aggressore di Giuseppe Carbone

Torna su
GenovaToday è in caricamento