Concessionaria Bmw dona duemila mascherine all'Aism

BMW Autobi ha destinato 2 mila mascherine FFP2 a favore del Servizio Riabilitazione AISM Liguria, struttura che rappresenta un punto di riferimento fondamentale per le persone con sclerosi multipla

La Concessionaria Autobi, facente parte del biAuto Biasotti Group, insieme al BMW Group Italia (che comprende BMW Italia S.p.A., BMW Bank, Alphabet Italia e BMW Italia Retail) e altri 11 organizzati della Rete ufficiale di vendita del gruppo bavarese in Italia, nell’ottica di offrire un contributo all’emergenza COVID-19 attualmente in corso nel nostro Paese, ha partecipato alla donazione di circa 50mila mascherine ad alcune strutture ospedaliere impegnate in prima linea con il proprio personale medico e paramedico.

In particolare, BMW Autobi ha destinato 2 mila mascherine FFP2 a favore del Servizio Riabilitazione AISM Liguria, struttura che rappresenta un punto di riferimento fondamentale per le persone con sclerosi multipla presenti su tutto il nostro territorio regionale. Ad oggi però, sulla base delle indicazioni Ministeriali e Regionali, vengono trattati i pazienti le cui prestazioni sanitarie sono urgenti o indifferibili - ovvero il 40% dei 1.500 pazienti in carico. Il rischio di una sospensione delle prestazioni, delle terapie e delle visite, potrebbe significare per questi pazienti un aggravamento della malattia.

Autobi e gli altri 11 Concessionari hanno deciso di devolvere interamente l’importo derivante da un contest interno (che li aveva visti aggiudicarsi un riconoscimento per le performance conseguite nel 2019) a questa iniziativa per offrire una testimonianza concreta del proprio impegno nel territorio.

«BMW Group Italia – ha dichiarato Massimiliano Di Silvestre, Presidente e A.D. di BMW Italia S.p.A. - è da sempre impegnata in attività di responsabilità sociale d’impresa con un programma – denominato SpecialMente – ricco e articolato, che abbiamo confermato interamente anche per il 2020 perché crediamo che questi valori siano ancora più importanti ed essenziali sia nell’emergenza che stiamo vivendo in questo periodo che nella fase successiva. Abbiamo deciso di portare un contributo al personale medico e paramedico che in queste settimane sta facendo un lavoro straordinario in difesa delle vite umane, insieme a ad alcuni concessionari della nostra rete che hanno accolto con entusiasmo l’idea di convertire un programma incentive legato alle performance del 2019 in un gesto di attenzione nei confronti di chi è in prima linea ad affrontare l’emergenza».

BMW Italia ha scelto le seguenti strutture come destinatarie del proprio supporto: Ospedale San Raffaele (Milano), Ospedale da campo Ana (Bergamo), Spedali Civili (Brescia), Istituto Nazionale Malattie Infettive Lazzaro Spallanzani (Roma).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ruba smartphone a mamma con neonato sul bus, poi la prende a pugni

  • Coronavirus, da domenica la Liguria torna in zona gialla

  • A 116 km orari in corso Europa: patente ritirata e maxi multa

  • Il proverbio di Santa Bibiana, che "prevede" il meteo

  • È arrivata la neve: le foto

  • Perdono entrambi i genitori nel giro di un anno: mobilitazione per aiutare due fratelli di Quezzi

Torna su
GenovaToday è in caricamento