rotate-mobile
Coronavirus

Covid: Bassetti: "Il ministro della Salute intervenga su conteggio decessi, non veritiero"

"Bisogna necessariamente capire quanti sono morti per polmonite da covid e quanti con tampone positivo. È inaccettabile continuare a fare questi numeri nei bollettini. Fa male all'Italia": queste le parole dell'infettivologo

Tra le priorità del nuovo governo, per il direttore della Clinica di malattie infettive dell'ospedale San Martino Matteo Bassetti, deve trovare spazio una verifica sul conteggio dei decessi comunicati con i bollettini covid.

"È necessario che il nuovo ministro della Salute, Orazio Schillaci, intervenga velocemente sul conteggio dei decessi covid, non è veritiero. Bisogna necessariamente capire quanti sono morti per polmonite da covid e quanti con tampone positivo. È inaccettabile continuare a fare questi numeri nei bollettini. Fa male all'Italia": così Bassetti ha riferito ad Adnkronos Salute, lanciando un appello sull'elevato numero di morti covid (ieri 120) registrato nel bollettino quotidiano nazionale.

Secondo Bassetti il report covid emesso ogni giorno "non serve a nessuno. È vergognoso continuare a dare questi numeri drogati dal numero di tamponi. Non rappresentano la realtà e sono profondamente penalizzanti per i vaccini".

In più, sempre per il medico - che ha commentato i passaggi sulla gestione della pandemia nel discorso della presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, alla Camera - è "molto importante fare chiarezza su quanto avvenuto durante la crisi pandemica. Penso che su alcune problematiche avvenute durante la gestione della pandemia, come la vicenda delle mascherine, indagano le Procure e non c’è bisogno di fare chiarezza ma se si vuole fare luce su altre questioni credo che sia giusto"

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid: Bassetti: "Il ministro della Salute intervenga su conteggio decessi, non veritiero"

GenovaToday è in caricamento