Coronavirus, donata alla Pubblica Assitenza Molassana la prima barella per il bio-contenimento

Si tratta di un dispositivo fondamentale per tutelare gli operatori durante i trasporti in ospedale, ed è stata acquistata grazie alle donazioni

Arriverà nei prossimi giorni alla Pubblica Assistenza di Molassana una barella per il bio contenimento dedicata al trasporto dei pazienti affetti da coronavirus, la prima in funzione nelle pubbliche assistenze genovesi, a oggi dotate di ambulanze dedicate covid-19.

L’acquisto è stato possibile grazie alle donazioni di Cressi Sub e della Banca Passadore,  a ufficializzarlo il presidente onorario Matteo Brillante, che si è attivato per ordinare un dispositivo medico prezioso per l’incolumità degli operatori sanitari. La barella per il bio-contenimento, infatti, avvolge in un sacco il paziente infetto evitando che l’ambiente possa venire contaminato. Diventa dunque fondamentale per i trasporti in ambulanza, tutelando sia gli operatori sia il paziente stesso.

«La maggior parte delle difficoltà riguardano le protezioni - spiega Lorenzo Ponte, volontario della Pubblica Assistenza Molassana - In questo periodo la maggior parte dei trasporti sono legati a covid-19, e noi abbiamo bisogno di guanti, mascherine e tute difficilissimi da reperire anche acquistandoli. La barella verrà utilizzata per i trasporti verso il policlinico San Martino: soltanto tra martedì e mercoledì abbiamo fatto una ventina di trasporti legati al covid-19».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, firmato il nuovo dpcm: spostamenti, asporto e scuola, cosa prevede

  • Liguria in zona arancione con i nuovi parametri: cosa cambia

  • Il genovese "Fotografo dei Puffi" conquista i social: «Così faccio conoscere la Liguria con fantasia e ironia»

  • Liguria gialla o arancione da domenica, attesa per la nuova ordinanza

  • Bassetti: «Gli studi seri dimostrano che il plasma iperimmune è come non usare nulla»

  • Vaccino covid: come facciamo a sapere quando sarà il nostro turno e come saremo contattati

Torna su
GenovaToday è in caricamento