Venerdì, 19 Luglio 2024
Coronavirus

Covid, +30,6% di casi in Liguria nell'ultima settimana

Superata la soglia di saturazione delle terapie intensive: i posti letto sono al 12%, mentre il limite è fissato al 10%

Continuano a crescere i dati della pandemia in Italia. Il monitoraggio indipendente della Fondazione Gimbe rileva, nella settimana 1-7 dicembre, un aumento dei nuovi casi che interessa tutte le Regioni ad eccezione di Molise e Valle d'Aosta. Crescono i ricoveri in area medica (+851), in terapia intensiva (+93) e i decessi (558), ma grazie ai richiami si riduce la percentuale dei positivi che richiede ospedalizzazione.

In particolare, rispetto alla settimana precedente, si evidenzia un aumento di nuovi casi (105.771 contro 86.412) e decessi (558 contro 498). Crescono anche i casi attualmente positivi (240.894 contro 194.270), le persone in isolamento domiciliare (234.040 contro 188.360), i ricoveri con sintomi (6.078 contro 5.227) e le terapie intensive (776 contro 683).

Nel dettaglio, rispetto alla settimana precedente, si registrano: +12% decessi, di cui 17 riferiti a periodi precedenti; +13,6% ricoveri in terapia intensiva; +16,3% ricoverati con sintomi; +24,3% persone in isolamento domiciliare; +22,4% nuovi casi; +24% attualmente positivi.

Per quanto riguarda la Liguria è stata superata la soglia di saturazione delle terapie intensive: i posti letto sono, infatti, al 12%, mentre il limite è fissato al 10%. Sotto soglia invece quelli in area medica, all'11%. Contemporaneamente in Liguria si registra una performance in peggioramento per i casi attualmente positivi per 100mila abitanti (376) e si evidenzia un aumento dei nuovi casi (30,6%) rispetto alla settimana precedente.

Intanto i liguri che hanno completato il ciclo vaccinale sono pari al 77,5% (media Italia 77,3%) a cui aggiungere un ulteriore 2,6% (media Italia 2,8%) solo con prima dose; il tasso di copertura vaccinale con terza dose è del 46,3% (media Italia 46,8%). Questo l'elenco dei nuovi casi per 100mila abitanti dell'ultima settimana suddivisi per provincia: 367 a Imperia, 244 a Savona, 182 a Genova e 174 a La Spezia.

"Da 7 settimane - spiega Nino Cartabellotta, presidente Fondazione Gimbe - continuano ad aumentare i nuovi casi con una media mobile a 7 giorni più che sestuplicata: da 2.456 il 15 ottobre a 15.110 il 7 dicembre". Il netto aumento della circolazione virale è documentato dall'incremento sia del rapporto positivi/persone testate (da 3,6% a 19,6%), sia del rapporto positivi/tamponi molecolari (da 2,4% a 8%) e positivi/tamponi antigenici rapidi (da 0,07% a 0,54%).

"Sul fronte ospedaliero - afferma Renata Gili, responsabile Ricerca sui servizi sanitari della Fondazione Gimbe - si rileva un ulteriore incremento dei posti letto occupati da pazienti covid". A livello nazionale, al 7 dicembre il tasso di occupazione è del 10% in area medica e del 9% in area critica, con notevoli differenze regionali.

Nonostante l'aumento della pressione sugli ospedali, nelle ultime settimane si è però progressivamente ridotta la percentuale dei pazienti ricoverati in area medica e in terapia intensiva sul totale degli attualmente positivi. In particolare, per l'area medica la media mobile a 7 giorni è scesa dal 3,47% del 7 novembre al 2,50% del 6 dicembre e per le terapie intensive dallo 0,47% del 21 ottobre allo 0,33% del 6 dicembre .

"Rallenta - puntualizza Marco Mosti, direttore operativo della Fondazione Gimbe - l'incremento degli ingressi giornalieri in terapia intensiva: la media mobile a 7 giorni cresce da 56 ingressi al giorno della settimana precedente a 59".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, +30,6% di casi in Liguria nell'ultima settimana
GenovaToday è in caricamento