Il Cuore dell'Arte: gli artisti genovesi organizzano un'asta per il San Martino

All'iniziativa hanno già aderito musicisti, pittori e disegnatori: ognuno metterà all'asta un oggetto

La creatività si mette al servizio della solidarietà in questo momento difficile, segnato dal coronavirus, con "Il Cuore dell'Arte", iniziativa spontanea nata da un passaparola tra tutti gli artisti che sono nati, lavorano, vivono o hanno vissuto a Genova.

Gli artisti (pittori, disegnatori, cantanti e così via) si sono chiesti cosa fare per aiutare gli eroi di questi tempi, ovvero i medici, gli infermieri e gli operatori sanitari che si stanno adoperando senza sosta in quest'emergenza sanitaria. L'idea si è sviluppata, e da qui la decisione di donare qualcosa di proprio per metterlo all'asta e raccogliere fondi per l'ospedale San Martino di Genova.

L'iniziativa ha raccolto da subito consensi e adesioni, e tutti gli oggetti verranno pubblicati nei prossimi giorni, con descrizione e un valore di partenza, attraverso la pagina Facebook "Il Cuore dell'Arte" e quelle degli artisti coinvolti.
L'intera somma raccolta verrà interamente devoluta e a tal proposito gli organizzatori ringraziano il Circolo Onlus Overjoy, che ha immediatamente messo a disposizione la sua associazione, per aiutare gli artisti negli aspetti più meramente burocratici.

Tra gli artisti che hanno finora aderito, Olaf Thorsen, Roberto Tiranti, Enrico Faccini, Alessandro Sala, Gustavo Tiranti, Aldo De Scalzi, Luca Cresta, Massimo Trigona, Andrea Cervetto, Marco Zoccheddu, Giorgio Usai, Andrea Di Marco, Alfio Vitanza, Emilio Crotti, Angelo Baghino, Carlo Marrale, Vittorio De Scalzi, Matteo Merli, Marco Canepa, Marco Fadda, Paolo Siani, Massimo Di Via, Vladimiro Zullo, Francesco Yackson Russo e Marco Pendola.

Tutti gli artisti che lo desiderano possono partecipare, contattando "Il Cuore dell'Arte".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli oggetti che verranno acquistati dai cittadini verranno spediti a casa loro. Oppure, a emergenza finita, si potranno ritirare presso un indirizzo da comunicare in un secondo momento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ex Rinascente, da ottobre arriva Axpo: inaugurazione con un omaggio a Genova

  • Elezioni regionali Liguria 2020, Toti oltre il 50%. Sansa: «Avventura finita»

  • Elezioni regionali, la mappa del voto a Genova

  • Un Premio Oscar a Genova: Helen Mirren pranza in una trattoria del centro

  • Coronavirus, individuato secondo cluster a Genova

  • Pré, donna accasciata a terra nel sangue: altro weekend di violenza in centro storico

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento