Domenica, 19 Settembre 2021
Coronavirus

Coronavirus, gli Alpini donano 800 tute protettive agli ospedali genovesi

La sezione di Genova dell’Associazione Nazionale Alpini prosegue le distribuzione di protezioni acquistate con una raccolta fondi che ha coinvolto la Sezione di Mura Cappuccine e i 58 Gruppi Ana sezionali

Alpini ancora in aiuto della Liguria per far fronte all’emergenza coronavirus. 

La sezione di Genova dell’Associazione Nazionale Alpini in questi giorni sta proseguendo la distribuzione dei dispositivi di protezione individuale acquistati con i proventi di una raccolta che ha coinvolto la Sezione di Mura Cappuccine e i 58 Gruppi Ana sezionali.

«Dopo le 400 protettive consegnate all’Ospedale San Martino, oggi abbiamo consegnato 200 tute protettive all’Ospedale Galliera e altrettante 200 a quello di Villa Scassi, a San Pier d’Arena - conferma Stefano Pansini, presidente sezionale degli Alpini genovesi - Venerdì un uguale quantitativo sarà distribuito all’Ospedale di Sestri Levante».

Le Penne Nere hanno in programma la consegna di altri dispositivi: «A breve distribuiremo a medici, paramedici, infermieri, sanitari 30.000 guanti, camici, calzari e copricapo integrali, tutti monouso - prosegue Pansini - Sono state ordinate anche le visiere protettive e gli occhiali a maschera, mentre registriamo ancora estrema difficoltà a ottenere mascherine FFP2 e FFP3 (uniche utili nelle terapie intensive)».

«Lo spirito alpino si alimenta di speranza ed impegno. In oltre cento anni di Associazione Alpini e di storia patria, attraversando momenti felici e meno, la realtà alpina è diventata sempre più grande - concludono dalla sezione genovese - Ognuno ha sempre portato il suo zaino, senza chiedere nulla, liberi di cuore e di mente. Invito tutti i Genovesi a essere sempre generosi, forti di una storia, meravigliosa ed unica».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, gli Alpini donano 800 tute protettive agli ospedali genovesi

GenovaToday è in caricamento