Coronavirus, riattivati gli alloggi del Comune per il personale sanitario

Iniziativa del Comune per offrire un alloggio alternativo agli operatori che preferiscono non mettere a rischio i familiari dopo i turni

Da lunedì 23 novembre il personale sanitario più a rischio di contagio Covid avrà a disposizione 42 posti letto nel caso in cui desiderasse dormire lontano dalla famiglia, per evitare di essere veicolo inconsapevole di infezione.

I posti disponibili sono stati ricavati nella Casa di accoglienza del Seminario, in salita Cavallo 104, e a Quarto negli alloggi già arredati che avevano ospitato gli sfollati del ponte Morandi. Entrambe le strutture erano già state utilizzate in primavera con la medesima finalità di assistenza a medici e infermieri.

«Come per la prima ondata di diffusione del virus - ha detto il consigliere delegato alla Protezione civile del Comune di Genova, Sergio Gambino - l'amministrazione comunale cerca di dare una risposta concreta alle richieste di una parte di popolazione che in questa difficile situazione è in prima linea. Si tratta di un segnale di vicinanza e di sostegno che in primavera era stato accolto favorevolmente»,

La priorità sarà assicurata a personale che opera a contatto con soggetti affetti dalla patologia covid: chiunque fosse interessato può telefonare allo 010.5578066 dal lunedì al venerdì negli orari 10-13 e 14-17

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ruba smartphone a mamma con neonato sul bus, poi la prende a pugni

  • Coronavirus, da domenica la Liguria torna in zona gialla

  • Liguria verso zona gialla, ma gli spostamenti fuori regione restano in forse

  • Perdono entrambi i genitori nel giro di un anno: mobilitazione per aiutare due fratelli di Quezzi

  • Antiche tradizioni: cos'è il "ragno genovese"?

  • «L'ho trovato, vedrai che non succederà più»: arrestato l'aggressore di Giuseppe Carbone

Torna su
GenovaToday è in caricamento