Coronavirus

Coronavirus, quasi 157mila chiamate al 112 da inizio emergenza

La Direzione del Numero Unico di Emergenza, con sede al San Martino, ha gestito il 60% delle chiamate in più rispetto allo stesso periodo del 2019

Quasi 157.000 telefonate dal 21 febbraio, giorno in cui l’epidemia di coronavirus è deflagrata in Italia, a oggi: tante le chiamate gestite dalla direzione del  Numero Unico di Emergenza 112 nelle ultime settimane, un aumento del 60% rispetto a quelle gestite nello stesso periodo del 2019.

Della totalità delle chiamate, 50.747 sono state trasferite verso le cinque centrali Liguri dell’Emergenza Sanitaria, la maggior parte (23.582) girate alla Centrale Operativa 118 di Genova.

La Centrale Operativa del Nue si è inoltre occupata di segnalare ai cinque Servizi di Igiene territoriale delle Asl prima i cittadini asintomatici provenienti da zone a rischio e, in seguito, tutti coloro che avessero avuto contatti stretti con pazienti covid-19 positivi.

In tutti questi casi la persona che ha chiamato è stata invitata a rimanere in casa, a non presentarsi in pronto soccorso e a attendere di essere ricontattato dal Servizio di Igiene.

Sono state così inviate, dal 25 febbraio al 31 marzo 2020, un totale di 4.468 segnalazioni, di cui: 511 alla Asl1, 512 alla Asl2, 2.565 alla Asl3, 354 alla Asl4, 526 alla Asl5.

Sono state invece 31.262 le chiamate filtrate poiché non riconosciute come emergenza, e 26.782 le chiamate di richiesta informazioni, alle quali gli operatori hanno risposto fornendo a chi chiamava i numeri dedicati attivi in Liguria.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, quasi 157mila chiamate al 112 da inizio emergenza

GenovaToday è in caricamento