Un dolcetto per combattere le paure: a Genova i "coronavirus al caffé"

I pasticcini sono stati creati nel laboratorio di Mangini, storico bar di piazza Corvetto. E i clienti hanno apprezzato

Cupolette bianche con “spuntoni” rossi sistemate su un biscotto: per affrontare timori, ansie e paure legate all’epidemia di coronavirus, in Liguria si tenta di sdrammatizzare riproducendo in chiave dolce il temutissimo e famigerato virus proveniente dalla Cina. E così, nelle alzatine del bar pasticceria Mangini hanno fatto la loro comparsa i “coronavirus al caffé”, dolcetti che i clienti sembrano avere apprezzato.

I pasticcini,  un cuore di crema al caffè coperto da cioccolato bianco e gocce di zucchero rosso, hanno fatto la loro comparsa mercoledì pomeriggio e sono stati subito immortalati: venduti a 1,50 euro, è il modo che i pasticceri dello storico bar di piazza Corvetto hanno trovato per cercare di sdrammatizzare su un tema che in certi casi ha scatenato vere e proprie psicosi. 

Un’idea che i clienti hanno premiato, visto che a fine giornata il vassoio era ormai vuoto e i sorrisi, nell’assaggiarlo, sono stati tanti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente di caccia a Bolzaneto: muore 58enne colpito per errore

  • Travolta da uno scooter a Sant'Eusebio, muore in ospedale: «Ciao Ale»

  • All'asta le sneaker della Lidl. Anche mille euro per una taglia 38

  • Tragedia al San Martino, trovato morto paziente allontanatosi dal reparto

  • Lo spettacolo della Corsica dalla Liguria: miraggio o realtà?

  • A passeggio dopo il coprifuoco: «Stiamo tornando a casa dopo una festa con amici». Multati

Torna su
GenovaToday è in caricamento