Coronavirus: l'ironia dei genovesi per combattere la paura, tra meme, vignette e messaggi virali

Dalle regole della "Libbera Repubblica da Foxe" al comunicato del Movimento Estremista Ligure, per scacciare ansie e timori con una risata

Credits: Facebook@Genowa

Se da una parte si può assistere a scene di isteria collettiva - come i supermercati svuotati e le farmacie prese d'assalto - dall'altra i genovesi sfoderano la propria proverbiale ironia per sopravvivere alla psicosi da coronavirus. E tra vignette, meme, video e messaggi virali, basta una risata per far passare la paura e per.

Meme e immagini per sdrammatizzare si trovano in abbondanza sul gruppo Facebook Genowa (da cui è tratta anche l'immagine qui sopra), tra cui anche un titolo di GenovaToday scherzosamente modificato, in cui viene menzionata la biosfera di Renzo Piano per isolare in quarantena i casi sospetti. E poi c'è Albenga, che viene considerata a metà strada tra Raccoon City (città della celebre saga di videogame basata su un'epidemia zombie, "Resident Evil") e Silent Hill, e gli Erzelli come posto sicuro (inaccessibile) in cui rifugiarsi per sfuggire al contagio. E poi via XX Settembre, vuota per la psicosi, ma che tanto era vuota anche prima.

Si sdrammatizza anche nei locali, con i pasticcini a forma di coronavirus del bar Mangini, in centro. Le cupolette con "spuntoni" che ricordano la forma del virus non sono altro che un cuore di caffè (e nel frattempo sono stati sperimentati altri gusti) coperto da cioccolato bianco e gocce di zucchero rosso i clienti hanno apprezzato. Un'idea che i cittadini hanno premiato, nell'ottica di affrontare timori, ansie e paure con una risata.

Anche Andrea Di Marco affronta l'emergenza con uno spassoso video in cui il comico - impersonando il leader del Movimento Estremista Ligure - ricorda le regole di autoprotezione: «Tra le indicazioni date per non aumentare i contagi ci sono quelle di non avere relazioni con persone sconosciute, non avvicinarsi più di tanto, non stringersi la mano, e non frequentare posti affollati dove si fa allegria, intrattenimento. Praticamente la vita di un ligure sempre!»

Sta facendo invece il giro dei gruppi Whatsapp un testo della "Libbera Repubblica da Foxe" - rigorosamente in genovese, e tutte da ridere - con le misure per sfuggire al contagio, che ha iniziato a girare domenica 23 febbraio, contemporaneamente all'ordinanza di Regione Liguria:

Ordinansa  du Ministru da à Salute de a Libbera Repubblica dä Föxe: 

Siccumme ogni abbelinou de Presidente de Regiun ù la decretou de fäše e sò regule pè ù curun-a virus e quindi ogni Presidente de Pruvincia e poi Scindicu , finna au cantunè du Communne ghe sun andeti a prôvu e tutti se fan e regole e nù se capisce ciù in belin , allua anche noiatri  da Libbera Repubblica dä Föxe se femmu e nostre e vorremmu proppio vedde chi se incalla a dïne che nu se pôe.

Pertantu da mesanotte de staseia ( perchè primma ghemmu da fà nà ribotta cumme u Toti ) tutti quelli che stan â Föxe o ghe passan, dovian seguì e seguenti regule :

Articulu un : a lè obbligatoria fase a doccia tutte e mattinne doviando soda, liscivia e savun suprattuttu in scie parti basse e sutta e brasse. Se deve doviá nà paggietta in lanna de feru  e frettà tantu, finna a quandu nù ve vegnan e lacrime ai oggi 

Articulu dui : ù lè fetu obbligo de cangiase miande, caasette e a maggietta da pelle tutti i giurni . Maggia e camixia ogni dui giurni ( e mia che se ne accorsemmu sè nù ti ù fè perchè semmu de nasu fin ) 

Articulu tre : i panettè poan fá esclusivamente a fugassa con ë siole perchè a disinfetta . A lè severamente vietata a pissa a meno che a nu gaggie l'aggio insimma . Mié che ve femmu ù tampun e se ne accorsemmu . Sun bandie  è briosches perchè ne stan in sciou cù i franseixi.

Articulu quattru : sun abolii i cappucin  e sustituii OBBLIGATORIAMENTE cun i gotti de giancu perchè l'alcool ù disinfetta e ù lete ù fà vegni a caghetta 

Articulu sinque : tutti gli assembramenti de ciù de nà persunna vegnan immediatamente dispersi perchè sun foculai de diffusiun du virus dè belinate 

Articolu sei : i pensciunè poan parlase sulu  a bassa vuxe a due metri de distansa che semmu stuffi de sentì parlá de quella votta che han piggiou a spagnolla 

Articulu sette : ù lè vietò fà u bagnu in mà che ne spaventei i pesci

Articulu otto : i figgieu ve ei tegnì in cà a mià a televisiun che ne dan fastidiu perchè se piggian tutte e banchinne e poi ne tîan anche e ballunee addosso 

Articulu nove: sun vietæ tutti i rapporti sessuali ma tantu cun vuiatri nu ghe periculu

Articulo dexe: gli extracomunitari cumme lumbardi o piemunteisi oppure quelli dè nasciun cunfinanti tippu quelli du centru nù poan vegnì a parcheggiá a ä Föxe ( che u nu ghe intra in belin cun u curruna virus ma ù lè sempre ben che vè ù tegnì a mente ) .

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Raccumandasiun finali  : ninte panicu . Se vè ne stei a cà vostra semmu ciù cuntenti

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ex Rinascente, da ottobre arriva Axpo: inaugurazione con un omaggio a Genova

  • Genoa, cinque nuovi acquisti per Maran

  • Elezioni regionali Liguria 2020, Toti oltre il 50%. Sansa: «Avventura finita»

  • Violenza sessuale in ospedale, ausiliario approfitta di una paziente in anestesia

  • Elezioni regionali, la mappa del voto a Genova

  • Coronavirus, caso positivo al Liceti di Rapallo, classe in quarantena

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento