Emergenza coronavirus, il veterinario fa chiarezza: «Ecco cosa è urgente e cosa non lo è»

Anche i medici che si occupano dei a quattro zampe stanno ottimizzando tempo e risorse per limitare spostamenti e contatti e prevenire i contagi: attivati i "triage" telefonici con invio di foto

Nei giorni in cui la Liguria combatte per l’emergenza legata all’epidemia di coronavirus, anche i veterinari continuano il loro servizio per salvaguardare il benessere dei quattro zampe, mantenendo gli studi aperti e rendendosi disponibili a consulti e visite. La necessità di limitare spostamenti e contatti per contenere il contagio, però, costringe a stabilire priorità anche nella cura di cani, gatti e di tutti gli animali da compagnia, e dagli studi sono arrivate linee guida finalizzate ad aiutare a individuare le priorità in termini di cure e assistenza.

«Noi abbiamo chiuso l’ambulatorio di Castelletto e tenuto aperto la clinica in corso Podestà per urgenze - spiega Chiara Vaselli, titolare di Genova Vet - Rientrano nella categoria delle urgenze animali che non riescono a respirare, che sanguinano, che non riescono a mangiare o a urinare, e che sono in evidente sofferenza. Tutti gli altri casi non rientrano nell’urgenza: se il cane zoppica dopo una corsa al parco non c’è bisogno di precipitarsi in studio, idea se vomita occasionalmente o se occasionalmente ha diarrea. Le vaccinazioni in scadenza non sono urgenti: ci sono capitate in studio persone che volevano far vaccinare il cane, e non erano neppure nostri clienti, erano venuti da noi perché i loro veterinari erano chiusi. Ovviamente li abbiamo rimandati indietro».

I veterinari di Genova Vet, così come tutti gli altri veterinari della città, sono sempre disponibili per consulti telefonici e in via telematica, inviando foto su whatsapp o via mail: «Con una fotografia e un triage telefonico siamo già in grado di capire se ci sia un’effettiva urgenza o se è una cosa che si può rimandare o risolvere con rimedi casalinghi - spiega ancora Vaselli - Possiamo inviare via whatsapp o mail la ricetta, e con quella si può andare in farmacia per acquistare il farmaco. La maggior parte dei veterinari sono sempre a disposizione di tutti i loro clienti e conoscono molto bene la situazioni dei loro pazienti: sono loro a stabilire se rivolgersi o meno alle cliniche».

Nei giorni scorsi, nonostante le raccomandazioni e il decreto finalizzato a ridurre al minimo gli spostamenti, è capitato che in clinica arrivassero persone senza appuntamento per motivi che di fatto non avevano carattere di urgenza: «Capiamo le preoccupazioni - conferma Vaselli - Gli animali non parlano, e le persone non capiscono cos’hanno, si preoccupano e hanno bisogno di confrontarsi con il veterinario. Ma gli appuntamenti vanno presi in anticipo in modo da tenere una sola persona in sala d’attesa e far entrare una persone per volta. Ovvio, ci sono le urgenze, come la cagnolina che nei gironi scorsi non riusciva a partorire, e per quello siamo sempre disponibili. Resta fondamentale, però, avvisare. E chi volesse un consulto può chiamarci al numero fisso 0108696012, scriverci su whatsapp al 3285389486 o mandare una mail a info@genovavet.com. La maggior parte dei miei colleghi ha attivato questi metodi, ed è importante utilizzarli».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ex Rinascente, da ottobre arriva Axpo: inaugurazione con un omaggio a Genova

  • Genoa, cinque nuovi acquisti per Maran

  • Elezioni regionali Liguria 2020, Toti oltre il 50%. Sansa: «Avventura finita»

  • Violenza sessuale in ospedale, ausiliario approfitta di una paziente in anestesia

  • Elezioni regionali, la mappa del voto a Genova

  • Coronavirus, caso positivo al Liceti di Rapallo, classe in quarantena

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento