rotate-mobile
Sabato, 2 Luglio 2022
Attualità Campi / Via Greto di Cornigliano

“Co-Working Unige”, il nuovo spazio per trasformare le idee imprenditoriali in start-up

Gli spin-off universitari potranno trovar casa e crescere all’interno dell’incubatore di imprese regionale del Bic (“Business Innovation Centre”) di via Greto di Cornigliano

Nasce a due passi dal ponte San Giorgio “Co-Working Unige”, il nuovo spazio che Filse - la finanziaria della Regione Liguria - mette a disposizione dell’Università degli Studi di Genova per trasformare le idee imprenditoriali in start-up.

L’accordo tra i due enti, sottoscritto in Sala Trasparenza di Regione Liguria, prevede che gli spin-off universitari possano trovar casa e crescere all’interno dell’incubatore di imprese regionale del Bic (“Business Innovation Centre”) di via Greto di Cornigliano.

“La sottoscrizione di questo accordo è estremamente importante per dare una casa alle nuove idee imprenditoriali. Non si tratta solamente di dare ospitalità agli spin-off universitari, che oggi hanno sede nei vari dipartimenti universitari. Il vero valore del nostro incubatore d’imprese (oggi ne sono presenti 32, ndr) sono i servizi che offriamo - dice Lorenzo Cuocolo, presidente di Filse - Essere presenti al Bic significa poter essere parte di una comunità di micro e piccole imprese da cui far germogliare, in un’area di circa 10 mila metri quadrati di cui 150 destinati al co-working, nuove iniziative imprenditoriali e accedere ad aree, laboratori, spazi condivisi, sale riunioni e centri di formazioni, ma anche beneficiare di consulenze legali e fiscali e altre attività di supporto come quelle per partecipare ai bandi comunitari per start up o micro piccole imprese. È il caso del bando recentemente rifinanziato da Regione Liguria, We Startup, gestito dalla nostra partecipata Ligurcapital”.

“L’Università di Genova crede molto nella ricerca, nella sua valorizzazione e, cosa ancora più importante, crede nelle sue laureate e nei suoi laureati e intende incentivarne la creatività - commenta Federico Delfino, Rettore dell’Università di Genova - “Co-Working Unige” è lo spazio ideale che l’Ateneo offre loro perché possano sviluppare idee innovative con cui inserirsi nel mondo imprenditoriale, avviando nuove start up. In questa cornice si inscrive anche il programma pilota Genoa Entrepreneurship School, inaugurato ieri e realizzato dall’Università di Genova e la prestigiosa McDonough Business School della Georgetown University di Washington, con lo scopo di aiutare i giovani imprenditori a costruire il mondo di domani, con una grande attenzione alla sostenibilità e alla città digitale e tecnologica. Sempre di più l’Ateneo genovese intende accompagnare la sua missione di formazione ad azioni di orientamento e supporto all’ingresso nel tessuto lavorativo dei suoi giovani”.

“La valorizzazione della ricerca, anche attraverso lo sviluppo della cultura d’impresa, è un asset che permette di proiettare al futuro la storica vocazione all’innovazione tecnologica tipica dei liguri - sottolinea l’assessore regionale allo Sviluppo economico - Con questo accordo Regione Liguria, tramite Filse, si impegna a mantenere sul territorio le competenze degli aspiranti imprenditori provenienti dall’Università di Genova, attraverso un percorso di incubazione che supporti, fin dalle primissime fasi di vita, il percorso di crescita dell’attività imprenditoriale con servizi di tutoraggio, coaching, finanza dedicata, iniziative di internazionalizzazione, marketing, networking, oltreché con spazi e laboratori attrezzati”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Co-Working Unige”, il nuovo spazio per trasformare le idee imprenditoriali in start-up

GenovaToday è in caricamento