rotate-mobile
Attualità

Smart City: i cittadini danno l'insufficienza al capoluogo ligure

Una ricerca di Intel ha chiesto agli italiani una valutazione sulla propria città di residenza. I genovesi, interrogati su quanto sia smart il capoluogo ligure, hanno dato un voto medio di 4,6 su 10. Milano, che guida la classifica, è valutata dai suoi abitanti 6,2

L'azienda informatica Intel ha reso noti i risultati dello studio chiamato “Italiani e Smart City” realizzato dalla società di ricerche Pepe Research, che ha coinvolto i cittadini di diverse città della penisola.

Le risposte fornite dagli intervistati hanno mostrato che per buona parte degli italiani, cirica la metà, il concetto di smart city è noto ed è associato in particolare alla tecnologia e alla sostenibilità ambientale dei centri urbani. Sono soprattutto le fasce socioeconomiche e culturali medio-alte ad avere familiarità con questo concetto.

Le parole chiave che emergono dalle risposte degli italiani interrogati sul futuro dei centri urbani sono sostenibilità ambientale, sicurezza, efficienza energetica e mobilità intelligente. Le valutazioni fornite dai cittadini di Genova bocciano la città con un punteggio medio di 4,6 che la colloca al 9° posto di questa classifica, per fare un paragone la città che guida la graduatoria è Milano con un voto medio di 6,2.

RicercaIntelSmartCity

Il sondaggio ha mostrato marcate differenze di opinione nelle diverse fasce d’età. I cittadini più adulti considerano prioritaria la sicurezza, mentre i giovani sono più sensibili all'apporto che una città smart potrebbe dare alla tutela dell'ambiente.

Un altro tema ricorrente nelle risposte dei cittadini riguarda la mobilità intelligente, che per molti è un aspetto fondamentale per la città del futuro. Questa ricerca aveva l'obiettivo di svelare l'opinione dei cittadini italiani sul concetto di smart city e, in particolare, il loro giudizio sul proprio centro urbano di residenza.

In base alle risposte fornite solo il 13% dei cittadini ritiene di vivere già in una città “molto smart”, in cima alla classifica c’è Milano con una valutazione media di 6,2/10 molto distaccata Genova con il suo voto medio di 4,6 che precede però Roma, che raccoglie dai suoi abitanti una votazione di 4,3, ampiamente insufficiente.

I cittadini sono stati interrogati anche sul futuro della loro città e sulla possiblità che questa diventi più smart rispetto al presente, gli abitanti di Genova sono ottimisti e immaginano un centro abitato sempre più tecnologicamente avanzato. Infatti la valutazione che danno alla città per come la immaginano tra 10 anni è di 6,2.

La ricerca di Intel ha fornito altri dati interessati, ad esempio è maggiore la percentuale di cittadini che vorrebbe lasciare la propria città (37%) rispetto a chi intende trasferirvisi (27%). Il 68% del campione intervistato ritiene che la propria città di riferimento sarà notevolmente più smart fra 10 anni

Elena Salvi, partner di Pepe Research, ha dichiarato:

 “Attualmente gli italiani riconoscono un livello di “smartness” alle loro città quando si tratta di economia locale, servizi e mobilità, ma sono convinti che sia necessario ancora parecchio lavoro per quanto riguarda l’ambiente e la cittadinanza attiva. Ora è il momento giusto per portare avanti piani di intervento intelligente sull’ambiente, un elemento fondamentale nel rendere più attrattive le nostre Smart City”.

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Smart City: i cittadini danno l'insufficienza al capoluogo ligure

GenovaToday è in caricamento