rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Attualità

Classifica delle scuole superiori genovesi 2022, quali sono le migliori?

Ecco chi ha guadagnato i primi posti nella graduatoria Eduscopio, che valuta l’andamento del primo anno di università dei neodiplomati e il loro livello occupazionale subito dopo la maturità

I licei Andrea Doria, Gian Domenico Cassini e Grazia Deledda si confermano per il secondo anno di fila come i migliori di Genova. Secondo la graduatoria Eduscopio 2022, il report annuale realizzato dalla Fondazione Agnelli di Torino, le scuole sono le prime in classifica, ciascuna per la propria area di riferimento e quindi rispettivamente per il percorso umanistico, scientifico e linguistico. Secondo i dati raccolti, questi sono gli istituti superiori che preparano gli studenti al meglio per affrontare il percorso universitario. A dimostrarlo sono i risultati delle matricole durante il loro primo anno accademico o la loro facilità a trovare lavoro subito dopo il diploma. Per la nuova edizione dell’indagine sono stati analizzati i dati di 1.289.000 studenti italiani, provenienti da 7.700 scuole, che hanno sostituto l’esame di Maturità prima della pandemia. 

Ci sono anche alcuni risultati inaspettati rispetto agli anni scorsi: nell’ambito delle Scienze umane è il Pertini a guadagnare il primo posto in classifica, a discapito del liceo Gobetti; sul versante tecnico-economico a giocarsela sono Montale e Vittorio Emanuele – Ruffini. Spostando il focus sulla provincia di Genova, vediamo il Liceti di Rapallo che sale di una posizione. 

Arrivano anche i dati di occupazione dei giovani neodiplomati. Purtroppo gli effetti della pandemia si sono fatti sentire anche in questo casi: se si guarda ai ragazzi che, nel 2019, hanno lavorato almeno sei mesi nei due anni successivi al diploma, vediamo che la percentuale è scesa del 5,5% rispetto all’anno precedente. I neodiplomati che lavoravano nel 2018 erano 48%, e quelli che avevano trovato un impiego nel 2017 erano 53,7%. Si tratta di un impatto significativo non soltanto per quanto riguarda i livelli occupazionali, ma anche per la tipologia di contratti (l’indeterminato è sceso al -5%)  e la conseguente riduzione della loro stabilità. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Classifica delle scuole superiori genovesi 2022, quali sono le migliori?

GenovaToday è in caricamento