Mercoledì, 22 Settembre 2021
Attualità

Sansa lancia la class action contro Autostrade: "Mille euro per ogni ligure"

L'iniziativa è stata lanciata dalla Lista Sansa e presentata presso lo studio legale Crucioli, i promotori: "Sarà la più grande class action che sia stata lanciata finora in Italia, Autostrade rischia di dover pagare un miliardo e mezzo di euro"

Una class action per chiedere un risarcimento di mille euro per ogni ligure a causa dei disagi autostradali. Questa l'iniziativa lanciata dalla Lista Sansa e presentata nella mattinata di venerdì 16 luglio 2021 presso lo studio legale Crucioli. Insieme al capogruppo in Regione Ferruccio Sansa il consigliere regionale e presidente della Commissione antimafia Liguria Roberto Centi e l'avvocato e senatore Mattia Crucioli. 

"La nuova normativa sulle class action è entrata in vigore a maggio di quest'anno - ha detto Sansa - e a noi è sembrata un'arma straordinaria nelle mani dei cittadini, credo che nei prossimi anni potrà diventare anche un mezzo potentissimo di battaglia politica. Sarà la più grande class action che sia stata lanciata finora in Italia, considerando mille euro per ogni ligure si tratta di un miliardo e mezzo di euro complessivi".

"I liguri non rischiano nulla perché i costi legali li copriamo noi - ha aggiunto Sansa - abbiamo parlato con diversi avvocati ed esperti, sia in Italia che negli Stati Uniti che ci hanno detto che, per come è impostata, ha buone possibilità di farcela. Penso fose doveroso prendere questa iniziativa come cittadini, io e Roberto Centi siamo i primi firmatari, ma siamo aperti alle adesioni ad amministratori comunali di qualsiasi schieramento politici, ma anche a sindacati, associazioni, comitati di cittadini e quartieri. Dobbiamo coinvolgere più liguri possibile per fare una forte pressione su Autostrade".

"Avevamo due alternative - prosegue il consigliere regionale - lanciare un'iniziativa rivolta solo a coloro che in questi anni hanno vissuto i disagi in autostrada potendo dimostrare di averla utilizzata, ma sarebbe stato limitante, o coinvolgere tutti gli abitanti della nostra regione. Abbiamo scelto la seconda strada perché tutti, in qualche modo, hanno vissuto grandi disagi a causa del caos autostradale".

"Avviamo adesso questa iniziativa - ha concluso Sansa - raccogliendo le pre-adesioni, a settembre presenteremo formalmente la class action ed entro dicembre i magistrati dovranno decidere se sarà ammissibile o meno. A quel punto, in caso di parere positivo, cominceranno le danze e Autostrade rischierebbe di dover pagare un miliardo e mezzo di danni".

Per chi volesse aderire non ci sono costi, quelli legali sono infatti coperti dai promotori dell'iniziativa, disponibile al link www.classactionautostrade.org.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sansa lancia la class action contro Autostrade: "Mille euro per ogni ligure"

GenovaToday è in caricamento