Mercoledì, 22 Settembre 2021
Attualità

Emergenza cinghiali, il Comune: "Possiamo solo arginare il problema, il tema è nazionale"

L'assessore Campora: "Una delle questioni più evidenti, oltre a quello della sicurezza, è il ribaltamento dei bidoni dell’immondizia, non più e non solo nelle zone di confine tra città e campagna ma in pieno centro. Dove è possibile si è provveduto ancorando i cassonetti e cambiando i turni di svuotamento, disorientando le famigliole di ungulati nelle loro abitudini"

Emergenza cinghiali a Genova, dopo la manifestazione degli agricoltori in piazza De Ferrari il tema è approdato anche in consiglio comunale. Alberto Pandolfo, consigliere del Partito Democratico, ha chiesto quali azioni l'amministrazione comunale intenda mettere in atto contro la presenza dei cinghiali in città. Un problema non solo dal punto di vista della sicurezza, ma anche del decoro, in quanto gli ungulati in cerca di cibo rovesciano i cassonetti dell’immondizia nel corso delle loro scorrerie.

L'assessore Matteo Campora ha spiegato: "Il problema della presenza dei cinghiali è un problema nazionale. Ricordo che nel 2017 proposi un’ordinanza che facilitava l’abbattimento dei cinghiali in città, ma fu annullata da una sentenza del Tar. Si tratta di un problema che dovrebbe riguardare il Governo. Oggi la situazione sta scappando di mano con migliaia di cinghiali in ogni regione del nostro Paese. Una delle questioni più evidenti, oltre a quello della sicurezza, è il ribaltamento dei bidoni dell’immondizia, non più e non solo nelle zone di confine tra città e campagna ma in pieno centro. Dove è possibile si è provveduto ancorando i cassonetti e cambiando i turni di svuotamento, disorientando le famigliole di ungulati nelle loro abitudini. Il Comune attraverso Amiu può solo arginare il problema, che però va affrontato, ripeto, a livello nazionale".

L'assessore Giorgio Viale ha aggiunto: "Il nostro nucleo di Polizia Locale si è organizzato per affrontare questa situazione sempre più frequente, anche attraverso una strumentazione adeguata. Però bisogna rimarcare che in assenza di una normativa nazionale specifica il nostro intervento rimane molto difficile. La legge prevede, ad esempio, la presenza di un veterinario in caso di sedazione di un animale. Il professionista va rintracciato e accompagnato sul luogo con evidenti rallentamenti nell’allontanamento degli animali. Attualmente interveniamo mettendo in sicurezza la zona in cui transitano questi animali".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza cinghiali, il Comune: "Possiamo solo arginare il problema, il tema è nazionale"

GenovaToday è in caricamento