Cimici asiatiche, con l'autunno è di nuovo "invasione": come liberarsene

Con l'abbassarsi delle temperature i piccoli e maleodoranti insetti provenienti dalla Cina tornano a riempire le case in cerca di clima caldo e asciutto: ecco come gestirli

Spuntano tra le pieghe delle tende, sui terrazzi, negli angoli delle stanze: come ogni anno, con l’inizio dell’autunno, le cimici tornano a funestare le città, Genova compresa, inconfondibili con il loro aspetto “marezzato”. 

Contrariamente alle "classiche" cimici verdi, quelle che si avvistano in autunno sono le “Halyomorpha hays”, le cosiddette cimici marmorate asiatiche, una particolare tipologia di parassita originario della Cina che in Italia non ha antagonisti e può moltiplicarsi liberamente, diventando una vera e propria piaga per le coltivazioni.

In città non rappresentano un vero e proprio rischio, ma causano comunque parecchio fastidio, soprattutto per il rumore e per il cattivo odore che emanano quando vengono schiacciate. A favorirne la proliferazione, come spesso accade, è il meteo: temperature calde e umidità consentono la sopravvivenza di molte larve, e in autunno, quando le temperature iniziano a scendere, gli esemplari adulti tendono a rifugiarsi in luoghi più caldi e asciutti, e cioè gli edifici.

E così, dopo le farfalline, adesso i genovesi (ma non solo) fanno i conti con le cimici: da Oregina a San Gottardo, da Voltri a Marassi, i maleodoranti insetti hanno fatto la loro comparsa ovunque, e molti si chiedono come debellarle.

Come allontanare le cimici da casa

Le cimici, come abbiamo già scritto sopra, sono insetti rumorosi e - quando vengono uccise - molto maleodoranti. In più, i loro escrementi, piccoli puntini marroni, possono macchiare i tessuti.

Come allontanarle da casa? Gli esperti consigliano rimedi naturali e semplici come il piretro, insetticida biologico adatot anche per i piccoli orti, oppure acqua e sapone di Marsiglia da spruzzare nelle zone in cui solitamente passano le cimici, o direttamente sopra questi insetti. 

Il sapone distrugge la loro protezione esterna e le disidrata, uccidendole, così come anche la farina fossile che si può spargere nelle zone di accesso. Per quanto riguarda le piante, si consiglia di pulire manualmente le foglie dalle uova (le cimici ne depongono fino a 400 alla volta).

Altrimenti, ottimi repellenti naturali sono considerati aglio, menta ed erba gatta.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Come allontanare le cimici dai campi

Diverso il discorso per le zone rurali, dove le cimici possono mettere a rischio i raccolti. A oggi numerose aree vengono attentamente monitorate per capire la dimensione del fenomeno, e il metodo più utilizzato è solitamente fisico, con reti apposite. A oggi non è infatti possibile importare insetti antagonisti - in grado cioè di distruggere uova e larve - per ragioni sanitarie.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Accensione riscadamento 2020: a Genova i termosifoni si accendono dal 14 ottobre

  • Coronavirus: chiusi h24 e sale giochi in tutta la città, i provvedimenti per le zone "rosse"

  • Coronavirus, in arrivo la nuova ordinanza per Genova

  • Covid: i confini delle nuove "zone rosse" di Genova, strada per strada, e cosa è vietato fare

  • Coronavirus e ipotesi lockdown, Bassetti: «Coprifuoco opportuno per Genova, Milano e Roma»

  • Coronavirus: in arrivo un nuovo Dpcm, sembra escluso il 'coprifuoco'

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento