Attualità

A Chiavari il primo Parco della Memoria della Liguria

Il parco prevede la messa a dimora di 46 alberi, uno per ogni ebreo residente o domiciliato in Liguria vittima del nazifascismo

Nasce a Chiavari il primo “Parco della Memoria” della Liguria, uno spazio pensato per ricordare le vittime del nazifascimo residenti nel Tigullio.

Il progetto prevede la messa a dimora di 46 alberi, uno per ogni ebreo residente o domiciliato nel Tigullio ucciso dalla furia nazifascista tra il 1943 e il 1945. L'area scelta è quella nei pressi del porto turistico, vicino al lungomare.

Giovedì mattina sono stati piantati i primi dodici alberi con una breve cerimonia di inaugurazione cui hanno preso parte il vicesindaco Silvia Stanig e i membri dell’amministrazione comunale, i consiglieri regionali Luca Garibaldi e Sandro Garibaldi, rappresentanti dell’Anpi, il presidente della comunità ebraica di Genova, Ariel Dello Strologo, e alcuni familiari degli ebrei commemorati.

Alla cerimonia erano presenti anche due studenti del liceo Marconi Delpino e del Luzzati che hanno realizzato i bozzetti per il manifesto celebrativo della Giornata della Terra, le cui celebrazioni si sono unite a quelle peril parco. Tra loro Abigail Walt della 5B, che ha eseguito il bozzetto prescelto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Chiavari il primo Parco della Memoria della Liguria

GenovaToday è in caricamento