Apertura centri estivi, al via i test sierologici sul personale

Dal primo giugno riaprono le strutture per la fascia che va da 0 a 17 anni. E in vista della riapertura, la Regione consente agli educatori di sottoporsi al test

I centri estivi per bambini e ragazzi riaprono il primo giugno, e la Regione ha deciso di dare la possibilità al personale di sottoporsu ai test sierologici, già svolti a tappeto sul personale sanitario.

«Riteniamo che sia una misura importante per tutelare la sicurezza di lavoratori e famiglie - ha detto l'assessore alla Sanità, Sonia Viale - l'adesione al test sarà volontaria e, come già avviene per gli ambiti in cui l'indagine è già stata svolta, l'eventuale positività rilevata comporterà la verifica con il tampone».

«Nella riunione con enti gestori e sindacati abbiamo proposto l'attivazione di un protocollo specifico sulla sicurezza, di un tavolo di monitoraggio costante e abbiamo promosso un confronto in un tavolo tecnico tra enti gestori e sindacati per le clausole degli accordi che gli enti gestori dovranno siglare con operatori e famiglie, previsti dalle linee guida regionali che per noi rimangono il riferimento per la ripartenza. Venerdi è previsto il tavolo tecnico di sintesi nell'ottica di una risposta rapida alle famiglie», ha aggiunto l'assessore all'istruzione e alla formazione Ilaria Cavo al termine della riunione.

I centri estivi riapriranno dal primo giugno coprendo la fascia dagli 0 ai 17 anni. Il protocollo di sicurezza prevede, tra le altre cose, che ci sia una zona di accoglienza oltre la quale non potranno entrare gli accompagnatori, che non dovranno comunque avere più di 60 anni. Verrà inoltre rilevata la temperatura corporea (anche agli accompagnatori), e chi avesse più di 37.2 °C dovrà essere allontanato.

Il rapporto tra personale e minori previsto è di un adulto ogni 5 bambini da 0 a 5 anni, un adulto ogni 7 bambini da 6 a 11 anni, e un adulto ogni 10 ragazzi da 12 a 17 anni. La composizione dei gruppi di bambini deve essere il più possibile stabile nel tempo, e dovranno essere evitate attività di intersezione tra gruppi diversi, mantenendo, inoltre, lo stesso personale a contatto con lo stesso gruppo di minori. Le mascherine saranno obbligatorie per il personale e bimbi e ragazzi oltre i 6 anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ferrari distrutta per Marchetti mentre si allena a Pegli

  • La Liguria torna in zona gialla, ma si attende il nuovo (e più severo) dpcm: cosa si sa

  • Covid, firmato il nuovo dpcm: spostamenti, asporto e scuola, cosa prevede

  • Covid, la ricerca delle università di Genova, Okinawa e Francia: «Il distanziamento non basta»

  • Weekend in zona arancione: le regole su spostamenti, negozi e supermercati

  • Il genovese "Fotografo dei Puffi" conquista i social: «Così faccio conoscere la Liguria con fantasia e ironia»

Torna su
GenovaToday è in caricamento