menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Carabinieri, lascia il tenente colonnello Paolo Sambataro: sua l'indagine sul killer di Lumarzo

Arrivato a Genova nel 2016, negli ultimi 4 anni ha diretto una serie di indagini complesse arrivando all'arresto. La più famosa, forse, quella sul delitto di Albano Crocco

Cambio ai vertici per i carabinieri di Genova. Ha infatti lasciato il capoluogo ligure, dopo 4 anni di servizio, Paolo Sambataro, arrivato nel settembre del 2016 con il grado di maggiore e, a capo della Nucleo Investigativo dei carabinieri di Genova, diventato tenente colonnello.

Sambataro, originario di Cairo Montenotte, lascia Genova per Roma, dove prenderà servizio nell’ufficio cerimoniale del comando generale dei carabinieri. 

Nel corso dei 4 anni in cui ha diretto il nucleo investigativo sono state molte le indagini di alto profilo: da quelle sull’omicidio di Lumarzo, che hanno portato all’arresto dell’infermiere Claudio Borgarelli dopo l’uccisione dello zio, a quelle, numerosissime, con al centro droga e reti di spaccio, Sambataro ha diretto il nucleo investigativo con attenzione e rigore, ottenendo risultati importanti nell’arco di 4 anni.

L’ultimo giorno di servizio a Genova è stato lunedì 7 settembre, quando è stato salutato anche dai cronisti che dal 2016 hanno potuto rivolgersi a lui per approfondire indagini e storie che lui stesso ha ricordato: l'indagine Barbablù, sullo spaccio, l'indagine Epa, sulla tratta di esseri umani, donne, che dall'Africa vengono fatte arrivare in Italia per essere avviate alla prostituzione, e ancora l'indagine Pret a Porter, che ha portato allo scoperto un giro di narcotraffico che importava tonnellate di droga via Marocco e Spagna.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento