La denuncia: «Il mio cane ha ingoiato un amo sulla spiaggia e rischia la vita, buttate sempre via i rifiuti»

I volantini che si trovano alla Foce sono stati preparati per sensibilizzare le persone a buttare i rifiuti, per evitare che gli animali si feriscano

Il suo cane ha ingoiato accidentalmente un amo abbandonato sulla spiaggia e ora, dopo aver trascorso ore di apprensione dal veterinario, la padona ha deciso di sensibilizzare le persone al rispetto dell'ambiente, invitando tutti a buttare i loro rifiuti anziché abbandonarli in spiaggia.

La storia di M.B. inizia la sera del 24 novembre su una spiaggia genovese: «Ogni sera - racconta a GenovaToday - parto dai monti per andare a prendere mio marito a lavoro poi e ne approfittiamo per far fare un giro in spiaggia, dalla fiera alla foce, al nostro cane».

Un ultimo giro prima di tornare a casa, e poi M. si accorge che il suo cane, Dea, sputa il legnetto che aveva in bocca e abbassa la testa. Succede tutto in un lampo, la padrona cerca di capire, e vede una lenza pendere dalla bocca della sua amata cagnolina. «Cerchiamo l'immancabile amo dall'altra parte della lenza ma invano, l'ha ingoiato». La corsa dal veterinario, le lastre allo stomaco, ed ecco lì l'amo. «Ora bisogna aspettare e vedere se la natura farà il suo corso, e se abbiamo fortuna l'amo uscirà naturalmente, altrimenti altri raggi e operazione». La notizia arriva tra l'altro in un momento in cui in altre zone di Genova, come Castelletto, è allarme per le esche killer. In questo caso probabilmente non si tratta di un tentativo di fare del male di proposito, ma lasciare ami e lenze abbandonati sulla spiaggia è senz'altro una disattenzione che può costare cara agli animali di passaggio, o ai bambini che giocano sulla spiaggia.

M., parlando con alcune persone, si rende conto che non è successo solo a lei e così, pensando a come fare per incentivare i pescatori a non lasciare ami con lenze sulla spiaggia, ha preparato una serie di volantini, con tanto di fotocopia delle lastre di Dea che mostrano l'amo nello stomaco: «Chiedo cortesemente - ha scritto - ad ogni pescatore che abbia un po' di coscienza di non lasciare incustoditi ami e lenze sulla spiaggia. Non è il primo animale che ne fa le spese, basa poco. Butta via i tuoi rifiuti, non lasciarli incustoditi in spiaggia, grazie».

«Non servirà a nulla - commenta - o forse una persona su 100 potrebbe riflettere sull'accaduto».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, firmato il nuovo dpcm: spostamenti, asporto e scuola, cosa prevede

  • Liguria in zona arancione con i nuovi parametri: cosa cambia

  • Il genovese "Fotografo dei Puffi" conquista i social: «Così faccio conoscere la Liguria con fantasia e ironia»

  • Liguria gialla o arancione da domenica, attesa per la nuova ordinanza

  • Bassetti: «Gli studi seri dimostrano che il plasma iperimmune è come non usare nulla»

  • Vaccino covid: come facciamo a sapere quando sarà il nostro turno e come saremo contattati

Torna su
GenovaToday è in caricamento