rotate-mobile
Domenica, 4 Dicembre 2022
Attualità Albaro / Via Boccadasse

Boccadasse tra problemi e proposte: protezione a mare, ecopunto e 'segnaletica parlante'

La Pro Loco Maris ha incontrato l'assessore Paola Bordilli nel corso di un'assemblea con soci e residenti, tra le questioni sollevate anche la mancanza di un bagno pubblico in una zona turistica, le targhe delle vie in dialetto e l'idea di trasformare Boccadasse da quartiere a borgo

Sono tante le questioni aperte Boccadasse e, dopo l'impegno preso dal vicesindaco Piciocchi per attivare gli uffici competenti ad un progetto di fattibilità per le protezioni a mare, prosegue il lavoro della Pro Loco che, sabato 12 novembre 2022, ha incontrato Paola Bordilli, assessore a commercio, artigianato e tradizioni cittadine. All'assemblea hanno partecipato il presidente Cesare Pastorino, il consiglio direttivo, i soci e poi anche la responsabile del Comune Margherita Pavacci  e il presidente del Consorzio Proloco di Genova Enrico Mendace.

La necessità di una protezione a mare

Sono tante, come detto, le partite aperte. Gli esponenti della Pro Loco hanno ribadito la grande preoccupazione di tutta la comunità boccadassina per la mancanza di protezioni a mare, in particolare per le mareggiate provenienti da Est, quando soffia lo scirocco. La speranza è di arrivare presto a una soluzione, coinvolgendo anche la Regione, per un reale progetto di fattibilità e una successiva esecuzione degli indispensabili lavori a mare.

Da quartiere a borgo 

Tra i progetti anche la trasformazione di Boccadasse da quartiere a borgo, con un riconoscimento ufficiale che secondo il presidente Cesare Pastorino "offrirà alla città di Genova un patrimonio di qualità consentendo di preservare, all'interno di una moderna città metropolitana, un legame tra microsistema urbano, storicamente determinato, e ambiente circostante. Il tutto unito a una politica di valorizzazione e promozione che potrà condizionare fortemente e positivamente tutta la vita sociale e commerciale dell'antico borgo".

La mancanza di un bagno pubblico

Tra i problemi del borgo anche la mancanza di un bagno pubblico in un posto frequentato tutto l'anno da turisti e visitatori, con picchi importanti tra i mesi di aprile e ottobre e situazioni di degrado che si ripetono ogni primavera ed estate nelle strade e piazzette più interne. Potrebbe essere reso operativo un bagno pubblico presso l'area della Società Sportiva Vignocchi, l'assessore Bordilli ha riferito di essere pronta a interessarsi della questione.

Targhe antichi toponimi

Si attendono poi notizie sull'installazione della targhe con i toponimi in genovese con le antiche denominazioni a fianco di quelle attuali delle vie della zona. Lo scorso mese di maggio era stata approvata una mozione in consiglio comunale, il progetto non sarebbe però ancora esecutivo.

Segnaletica 'parlante' e proposte per il turismo 

Tante idee anche per lo sviluppo del turismo, riassunte dal presidente della Pro Loco Cesare Pastorino: "La nostra proposta è di realizzare un percorso di segnaletica turistica attraverso l'installazione di diversi cartelli di informazione digitale per sopperire alla mancanza fisica di un infopoint. Il progetto dovrebbe prevedere una rete di segnaletica in varie zone del Borgo, compresa naturalmente l'area circostante la Chiesa di Sant'Antonio da Padova e il relativo Belvedere, attraverso un Qr Code per dare informazioni storiche e turistiche su Boccadasse, dintorni e per la veduta panoramica dal Belvedere della Chiesa e da quello di Capo Santa Chiara. Sarebbe un presidio informativo h24, disponibile in italiano e in inglese, anche se sarebbe bella anche una versione in genovese. Inoltre si potrà progettare una mappa digitale che accompagni il visitatore o il turista all'esplorazione dell'antico borgo di Boccadasse. Questo servizio si potrebbe estendere anche nel territorio circostante con una piattaforma integrata, per esempio con le antiche Ville di Albaro".

I problemi tra illuminazione e lavori stradali

Durante l'incontro sono emersi anche alcuni problemi, dalla mancanza di un cartello che segnali in maniera chiara la presenza della Ztl attiva a due lampioni tolti durante alcuni lavori e mai ricomparsi. Anche sulle luci a led i residenti hanno sollevato alcuni dubbi e chiedono un aumento dei punti luce: "Alcune aree del Borgo di sera sono totalmente buie e per questo pericolose per diversi aspetti". Attualmente sono in corso i lavori per il rifacimento della pavimentazione della sottostrada, secondo i residenti della zona servirebbero interventi anche nella strada principale: "Si trova in una situazione disastrosa - sostengono - con buche avvallamenti e l'asfalto dissestato e mancante in più punti". Si dicono disponibili  a un incontro con gli uffici competenti per proporre una soluzione a bassissimo costo. "Inoltre  da anni - sottolinea la Pro Loco - il muro che delimita il parcheggio auto produce uno sversamento sulla strada di 'acqua' di dubbia provenienza. Sono stati fatti diversi sopralluoghi dagli uffici dei lavori pubblici del Municipio 8 Medio Levante che ha fatto intervenire Aster. C'è un progetto che prevede uno sbancamento di 4 metri circa per la ricerca e la riparazione del guasto ma, ad oggi, l'esecuzione dei lavori non è ancora iniziata".

L'esigenza di un ecopunto

Infine l'ecopunto, proposto nei mersi scorsi anche dal sindaco Marco Bucci. Nella strada che conduce al borgo c'è una lunga fila di cassonetti per i rifiuti, spesso stracolmi. Un pessimo biglietto da visita sia nei confronti dei genovesi che dei turisti che arrivano per una visita: "Riteniamo che trovare uno spazio per ospitare i contenitori in una zona di pregio e turistica come Boccadasse, sia una necessità - - conclude il presidente della Pro Loco Cesare Pastorino -. Nella Via Boccadasse, proprio dove sono posizionati attualmente i contenitori, esiste un terrapieno privato che potrebbe diventare un ecopunto ad accesso controllato con badge elettronico personale e dotato all'interno di un controllo di videosorveglianza e di un sistema antintrusione topi". 

L'assessore Paola Bordilli ha risposto alle domande della Pro Loco e dei residenti promettendo impegno nell'ambito delle proprie responsabilità, fissando anche diversi incontri con uffici e assessorati competenti nei vari ambiti dei temi affrontati nel corso della riunione.

Cassonetti spazzatura Boccadasse foto Luca Pastorino - Genova Today (1)-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Boccadasse tra problemi e proposte: protezione a mare, ecopunto e 'segnaletica parlante'

GenovaToday è in caricamento