menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Luca Bizzarri social media manager di Calenda per un giorno, e Twitter impazzisce

Il comico e attore genovese "sfidato" dall'ex ministro a gestire il suo account per far salire le interazioni: l'esperimento convince la rete

Attivissimo su Twitter, pronto a rispondere con cinguetti diretti a chi lo contesta, Carlo Calenda ha deciso di affidare il suo profilo ufficiale a un comico. Nello specifico, al comico e attore genovese - nonché presidente della Fondazione Palazzo Ducale - Luca Bizzarri, che nei giorni scorsi lo aveva criticato per il modo in cui gestiva l’account.

Calenda, ex ministro e ora europarlamentare e fondatore del partito “Azione”, non ha mai nascosto di considerare Twitter un social molto utile per esprimere, replicare, sottolineare, commentare. E uno dei tweet ha suscitato la reazione di Bizzarri (ugualmente attivo su Twitter), che lo scorso 24 agosto lo ha, appunto, ritwittato, commentato la decisione di rispondere a un utente che risponde allo username @lasega: «Fortuna che ha preso il manager (social media manager, ndr). Mi aiutate a farglielo capire?».

Dalla richiesta di Bizzarri è scaturita la reazione di Calenda, che alla fine ha deciso di lanciarli una sfida: invitate le credenziali del suo profilo, ha chiesto a Bizzarri di gestire il suo account Twitter per qualche ora.

E così, Bizzarri ha inviato una serie di tweet su videogiochi (“Ne ho sempre avuto una visione parziale, bisogna capirli e conoscerli”), su alcol e droga (“L’alcol è legale, la droga è libera, legalizzarla permetterebbe il controllo di una situazione fuori dal controllo”), e politica (“Da una parte la politica, dall'altra la comicità. Dividiamo le strade, torniamo al valore dell'istituzione prima della persona”).

Alla fine, Calenda ha ripreso possesso del suo account, ringraziando Bizzarri per l’operato e riconoscendogli anche un discreto successo: «Beh dalle interazioni direi che @LucaBizzarri ha vinto 20 a 0. Per essere chiari i contenuti sono stati realmente condivisi, abbiamo fatto le cose per bene, discutendone. Diciamo che suI videogiochi..va beh lasciamo perdere. Va bene anche quello. Grazie Luca».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Liguria entra in zona arancione: cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento