menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bimba con 2 mamme, a Tursi il presidio arcobaleno contro il ricorso del Comune

Associazioni e cittadini si sono dati appuntamento in via Garibaldi per protestare contro la decisione della giunta Bucci di procedere contro la sentenza di primo grado che riconosceva due madri a un bambina di 2 anni

Decine di persone si sono date appuntamento martedì pomeriggio davanti a Palazzo Tursi, in concomitanza con il consiglio comunale, per un presidio di protesta ribattezzato “Divieto di famiglia”.

La manifestazione è stata organizzata per protestare contro la decisione, da parte del Comune, di fare ricorso (poi vinto) contro la sentenza con cui il tribunale di Genova riconosceva la doppia genitoralità a due mamme di una bambina di 2 anni.

La polemica era montata anche dopo le parole del consigliere comunale delegato agli Affari Legali, Federico Bertorello (Lega), che su Facebook aveva espresso “molta soddisfazione” per la vittoria: «La nostra amministrazione esulta per aver fatto ricorso e così tolto un genitore e tutti i legami parentali conseguenti a una bambina di 2 anni», era stata l’immediata replica, amareggiata, del Comitato Liguria Rainbow, che ha organizzato la protesta davanti a Tursi.

I manifestanti si sono quindi riuniti in via Garibaldi con mascherine, bandiere arcobaleno, cartelli e lo striscione del Pride del 2016, l’All Families Pride, chiedendo il riconoscimento di ogni famiglia e schierandosi contro pregiudizi e stereotipi. Numerose le associazioni e le organizzazioni che hanno aderito al presidio, dall’Anpi all’Associazione Genitori Omosessuali passando per la Cgil: «La guerra del Comune di Genova rende orfani i bambini e le bambine delle famiglie arcobaleno - sottolineano gli organizzatori - La bambina avrà sempre due mamme che avranno cura di lei e la ameranno sempre. Non avrà però sostegno e tutela da parte delle istituzioni che invece scelgono di discriminarla. Ci chiediamo tutte e tutti: chi può felicitarsi di privare dei diritti una bambina?».

«Il Comune di Genova sta presentando un ricorso dietro l'altro contro i bambini e le bambine delle famiglie arcobaleno, impegnando denaro pubblico per una lotta ideologica», concludono dal Comitato Liguria Rainbow, chiedendo al sindaco Bucci di ritirare i reclami avanzati contro le famiglie arcobaleno, 15 quelle che stanno lottando in tribunale a oggi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Liguria in zona arancione con i nuovi parametri: cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento