Attualità Begato

Aree giochi, meno traffico e "mai più tragedie come ponte Morandi": le richieste dei bimbi di Begato al sindaco

Le lettere, raccolte in una maxi-cassetta delle lettere, sono state consegnate da una delegazione di bimbi e genitori nelle mani del vice sindaco Massimo Nicolò e contengono idee, progetti e desideri riguardanti il nuovo volto di Begato, attualmente coinvolto nell'opera di demolizione della Diga.

Foto Facebook: Elisa Lanari

Più pulizia, sicurezza, aree giochi fruibili e meno inquinamento e traffico. Queste le principali richieste e i desideri dei piccoli abitanti di Begato al sindaco di Genova Marco Bucci, raccolte nel corso di un flash mob nel mese di marzo e con la collaborazione di alcune scuole del quartiere come la materna Primavera, le primarie Elsa Morante ed Edmondo De Amicis e la secondaria Tosca Bercilli. 

Le lettere, raccolte in una maxi-cassetta delle lettere di cartone, sono state consegnate da una delegazione di bimbi e genitori nelle mani del vice sindaco Massimo Nicolò e contengono idee, progetti e desideri riguardanti il nuovo volto di Begato, attualmente coinvolto nell'opera di demolizione della Diga. Pensieri pronfondi, non mancano nelle lettere anche riferimenti al covid e ai sacrifici fatti per l'impossibilità di giocare in libertà con i propri compagni e amici, alla mancanza degli abbracci e all'importanza del rispetto delle regole, ma anche desideri per un quartiere che sia più vivibile e sicuro, con spazi in cui giocare e praticare sport. Un bimbo ha anche ricordato la tragedia di Ponte Morandi, chiedendo maggiori controlli per evitare che in futuro possano ripetersi eventi drammatici.

Elisa Lanari, consigliere municipale del Movimento 5 Stelle e mamma presente all'incontro con il vice sindaco, ha scritto: «Grazie bimbi siete di gran lunga i migliori cittadini di questa città,  che troppo spesso vi trascura. Grazie ai genitori e ai comitati che ci hanno aiutato nella raccolta. Il vice sindaco si è impegnato ad approfondire le richieste fatte e a segnalarle al primo cittadino. Abbiamo proposto che diventi un incontro cadenzato annualmente, in cui i bimbi valuteranno anche il lavoro svolto e le migliorie tangibili promesse. Ciò che ci ha lasciati sgomenti è stato in molte letterine la richiesta di un maggior controllo stradale: "Caro Sindaco controlli più spesso i ponti di tutta Genova, perché non accada più  qualcosa del genere successo come il Ponte Morandi..." Grazie bimbi, grazie di cuore, continueremo ad ascoltarvi ancora di più perché ci avete dimostrato di essere molto più grandi, sensibili e responsabili di quanto avremmo mai immaginato».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aree giochi, meno traffico e "mai più tragedie come ponte Morandi": le richieste dei bimbi di Begato al sindaco

GenovaToday è in caricamento