menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Barriere anti rumore rimosse in via Cambiaso, Aspi: «Ripristino dipende dalle verifiche»

I pannelli, sottolinea Autostrade, non rientrano nella tornata sotto inchiesta della procura. Ma vanno controllate, come da accordi con il Mit

Le barriere fonoassorbenti che isolano l’autostrada dai palazzi di via Cambiaso verranno riposizionate una volta terminate le verifiche e gli eventuali interventi di adeguamento.

A spiegarlo è Autostrade per l’Italia, in risposta ai residenti della zona che si sono ritrovati da un giorno all’altro immersi nel rumore del traffico autostradale per la rimozione dei pannelli. Si tratta di gallerie foniche che non hanno «nulla a che vedere con le Integauto oggetto dell’inchiesta della procura».

«Le gallerie foniche che insistono su via Cambiaso fanno parte del nuovo piano di assestment che Aspi, secondo un programma di interventi condiviso con il Mit, sta eseguendo su tutta la propria rete e che coinvolge anche gallerie e viadotti - spiega la società in una nota  - Lo smontaggio dei pannelli è funzionale alle verifiche necessarie, che non possono essere eseguite altrimenti, ed è stato attuato in questo periodo in considerazione dei ridotti volumi di traffico registrati anche nel corso degli ultimi giorni sulle autostrade liguri e dei bassi flussi previsti per le restrizioni anti Covid durante il periodo delle festività».

Una data per il ripristino, dunquem ancora non c’è: «Dipenderà dall’esito delle verifiche e dai successivi eventuali interventi di adeguamento alle nuove normative», anticipa Aspi, assicurando che «in ogni caso terremo assolutamente in conto delle segnalazioni che sono pervenute dai cittadini». La previsione (e la speranza), comunque, è che il rumore cali visto il lockdown: la stima è di un 60% di veicoli in meno su strada nel periodo natalizio.

I residenti della zona avevano segnalato il forte rumore provocato dal traffico in autostrada con la rimozione dei pannelli: «Non si dorme, è insopportabile», aveva spiegato a GenovaToday una cittadina, dando voce alle preoccupazioni di chi abita in zona.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Liguria entra in zona arancione: cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento