menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Greta e la sua mamma

Greta e la sua mamma

I primi bimbi nati nel 2021 in Liguria. Commenti razzisti sotto la foto della piccola Graeter

Toti: «Chi nasce in Liguria è ligure!». Mai (Lega): «Non si può definire italiano, né ligure, chi nasce sul nostro territorio da genitori stranieri»

La prma nata del 2021 in Liguria si chiama Morena, ed è venuta alla luce poco dopo la mezzanotte. Poco dopo, a Imperia è nato il piccolo Louis.

A Genova invece la prima nuova nata del 2021 si chiama Graeter ed è venuta al mondo all'ospedale San Martino di Genova alle 3,50 del mattino, pesa 3 chili e 110 grammi ed ha un punteggio di natalità di 9 su 10 (parto spontaneo), sta perciò benissimo come mamma Joy. I genitori sono entrambi di origine nigeriane e Graeter è la loro secondogenita.

L'ultimo parto dell'anno, sempre al San Martino, è stato registrato alle 23,10.

«Siete la nostra speranza - ha detto il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, postando su Facebook una foto della piccola Graeter con sua mamma - il nostro futuro, la forza per non mollare in questo nuovo anno che è appena iniziato. Benvenuti al mondo piccoli e auguri alle vostre famiglie a nome mio e di tutta la Liguria».

Toti: «Chi nasce in Liguria è ligure»

E proprio sulla pagina Facebook di Toti, sotto la foto di Graeter, sono stati registrati svariati commenti razzisti, tanto che per gettare acqua sul fuoco il presidente ha dovuto specificare nei commenti che «Chi nasce in Liguria è ligure!». Ma questo ha suscitato altre critiche relative a una sua ipotetica "strizzata d'occhio" allo "ius soli". Dunque Toti poi ha aggiunto: «I commenti razzisti verranno rimossi dai moderatori della pagina. Una bambina che viene al mondo è una benedizione e va accolta come tale, senza polemiche inutili e dannose a qualsiasi dibattito democratico. Proviamo a iniziare il 2021 con un nuovo passo».

Le polemiche 

Le parole di Toti relativo a chi nasce in Liguria, però, hanno scatenato le polemiche non solo tra i commentatori social: «Non si può definire italiano, né ligure, chi nasce sul nostro territorio da genitori stranieri. Auguri e benvenuti a tutti i nuovi nati del 2021 in Liguria, ma ribadiamo che per essere italiani e liguri sia necessario intraprendere un percorso ben definito e quindi richiedere successivamente la cittadinanza, secondo quanto previsto dalle norme vigenti. No allo Ius soli» ha dichiarato in un comunicato stampa il capogruppo consiliare Lega Liguria-Salvini Stefano Mai.

Anche Edoardo Rixi, deputato ligure della Lega, dice ad AdnKronos: «Quella bambina non è ligure, la nostra posizione è chiara e nota, la Lega è contraria allo ius soli e fino all'altro ieri questa era anche la posizione di Toti».

In serata la replica di Toti: «Stupisce, lascia amareggiati e per la verità anche un po’ perplessi che qualcuno, in un anno come questo, riesca a fare polemica anche su un post di benvenuto al mondo per una bimba nata in una notte così carica di dolore e di speranza». E sullo ius soli, rilancia la palla al Parlamento: «Di questo si occuperà il Parlamento nazionale, non certo la nostra Regione. Ed è un dibattito assai più complesso di quello che ruota attorno a un post. Se mai il Parlamento deciderà di affrontare questo tema (direi che oggi francamente abbiamo altre priorità), spero che tutti i partiti lo facciano consapevoli della delicatezza dell’argomento e dei sofisticati risvolti civili, sociali, legali ed economici che porta con sé».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Liguria entra in zona arancione: cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento