Lunedì, 15 Luglio 2024
Attualità

Dalla Sicilia alla Liguria, la balena Codamozza raggiunge il Santuario dei Cetacei

La conferma dell’Istituto Tethys: la balenottera senza pinna caudale, simbolo di tenacia e resistenza, è stata vista a Finale

Dopo le orche, una balena davvero speciale: Codamozza, così ribattezzata per la menomazione della pinna caudale, è stata avvistata nel Santuario dei Cetacei, e dunque nelle acque tra Genova e Finale Ligure.

La conferma arriva dall’Istituto Tethys, che ha condiviso la foto scattata da uno skipper e “osservatore”, Walter Spagna: «Codamozza  è arrivata nel Santuario Pelagos - hanno fatto sapere i ricercatori - Ha percorso qualcosa come 100 km al giorno, dallo stretto di Messina fino a qui. La nostra speranza è che riesca ad alimentarsi nelle ricche acque del Mediterraneo nord-occidentale. L'animale appare infatti molto deperito e si teme per la sua sopravvivenza.

Codamozza è diventata famosa come simbolo di resistenza e tenacia: da quasi un anno la balenottera viene avvistata lottare per la sopravvivenza nonostante la quasi totale assenza della pinna caudale, un “propulsore” indispensabile per  nuotare e immergersi in profondità per mangiare. Pochi giorni fa era stata avvistata in prossimità dello Stretto, e gli esperti, nel corso del monitoraggio della Guardia Costiera, hanno più volte espresso preoccupazione per le sue sorti.

Codamozza, però, non ha mai mollato: coprendo distanze quasi impensabili nelle sue condizioni, è arrivata in un’area che può rappresentare per lei una fonte di sostentamento fondamentale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla Sicilia alla Liguria, la balena Codamozza raggiunge il Santuario dei Cetacei
GenovaToday è in caricamento