menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Autostrade, anche il 28 luglio è incubo traffico: code su tutto il nodo

Arrivati al giorno in cui la ministra ai Trasporti ha assicurato l’inizio del ritorno ritorno alla normalità, la situazione è ancora critica ovunque

Genovesi e liguri sempre più esasperati arrivati al 28 luglio, giorno indicato dalla ministra ai Trasporti, Paola De Micheli, come quello in cui le autostrade e la viabilità avrebbero iniziato a tornare lentamente e gradualmente alla normalità.

A martedì mattina, le code invece erano su tutto il nodo, genovese in particolare, dalla A7 alla A26, dove tra l’altro Aspi ha rimosso il divieto temporaneo di circolazione per i veicoli con massa complessiva superiore a 3,5 t e per i veicoli con larghezza superiore a 2,1 m attivo dal 23 luglio nel tratto compreso tra l'allacciamento con la Diramazione Predosa-Bettole e Masone in direzione Genova.

Alle 8.30, dunque, sulla A7 Milano-Serravalle-Genova in direzione Milano, coda di 1 km all’altezza del bivio con la A10, ovviamente per lavori.

Sulla A10 coda di 1 km tra Genova Pra' e Arenzano e tra Aeroporto e Pegli in direzione Ventimiglia, e code anche più lunghe tra Arenzano e il bivio con la A26 in direzione Genova. 

Sulla A26 oltre 3 km di coda tra Vignole Borbera e Ronco Scrivia, e tra Masone e il Voltri in direzione Genova. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

GenovaToday è in caricamento