Autostrade: resta chiusa l'A7, traffico e code. La procura apre un'inchiesta

Dopo numerosi esposti, i magistrati vogliono capire di più sulle modalità e i tempi di ispezione nelle gallerie. Il traffico intanto è sempre più infernale: gli aggiornamenti

In Liguria è in corso “la fase più impegnativa e complessa dei controlli in galleria”: Autostrade conferma ciò che era diventato ormai evidente e che il governatore  Giovanni Toti aveva anticipato , e cioè che lo stato di alcuni tunnel sul nodo autostradale ligure è talmente compromesso da costringere a un prolungamento delle ispezioni e dei lavori per la messa in sicurezza.

Le gallerie Zella e Monte Galletto, in particolare, sono quelle al momento più problematiche e da martedì sono ormai chiuse, con conseguente chiusura del tratto di A7 che da Bolzaneto arriva a Genova (direzione capoluogo ligure) e dell’allacciamento tra la A7 e la A12 direzione Livorno.

La conseguenza diretta è sotto gli occhi di tutti: traffico paralizzato, viabilità ordinaria in Valpolcevera infernale per la chiusura del casello di Bolzaneto, auto e mezzi pesanti che si riversano nelle vallate interne per cercare di evitare code e chiusure, con il blocco della circolazione sulle provinciali e tempi di percorrenza interminabili. E anche la Valbisagno sta risentendo pesantemente della situazione, complice i controlli nella galleria San Pantaleo e la presenza di un semaforo all’uscita del casello.

«Le gallerie coinvolte presentano caratteristiche costruttive e sovrapposizioni di lavori eseguiti nel corso degli anni tali da rendere più elaborate le operazioni di smontaggio dei rivestimenti presenti e più probabili le necessità di intervento sulle superfici sottostanti», spiegano da Aspi, che ha già chiarito che le ispezioni, e dunque le chiusure e i cantieri, andranno avanti almeno sino al 15 luglio. E da giorni ormai fioccano esposti e si promettono class-action, denunce tra cui spiccano quella delle pubbliche assistenze, impossibilitate a raggiungere gli ospedali perché imbottigliate nel traffico e quella del governatore ligure, Giovanni Toti.

La procura ha quindi deciso di aprire un’inchiesta chiedendo chiarimenti sia ad Aspi sia al ministero dei Trasporti sulle tempistiche e le modalità degli accertamenti, fascicolo (l’ennesimo) per cui Autostrade ha assicurato «la massima collaborazione all’Autorità Giudiziaria per fornire tutte le informazioni che saranno ritenute utili. Le modalità, gli standard e le tempistiche di svolgimento delle attività di ispezione nelle gallerie liguri vengono svolte seguendo rigorosamente le prescrizioni del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti».

Barriere fono assorbenti, Tomasi ascoltato dalla Procura

Un’altra inchiesta riguarda, invece, i pannelli fonoassorbenti, filone per cui è stato iscritto nel registro degli indagati l’attuale amministratore delegato di Autostrade per l’Italia, Roberto Tomasi. 

Il dirigente è stato coinvolto non in quanto ad di Autostrade, ma per la sua presenza nel Comitato Grandi Opere, organo che valutava gli investimenti prima che fossero sottoposti al consiglio di amministrazione per esser finanziati, e che aveva deciso di acquistare una partita di pannelli che secondo l’accusa non sarebbero a norma.

A inizio 2019 il sostituto procuratore Walter Cotugno aveva notificato un avviso di garanzia a tutti i membri del comitato, un atto dovuto per l’apertura del fascicolo per frode nelle pubbliche forniture e attentato alla sicurezza dei trasporti. 

Tomasi era stato ascoltato dal pubblico ministero a gennaio 2020: «Nell'incontro l’ingegner Tomasi, nello spirito di massima trasparenza, ha prestato piena collaborazione, fornendo ogni informazione disponibile, utile alla specifica indagine - fanno sapere da Aspi - Tomasi ha chiarito che la sua partecipazione al Comitato Grandi Opere di Aspi avveniva solo con la finalità di presentare alcuni progetti di potenziamento della rete di cui, al tempo, aveva diretta competenza. Di tali progetti non hanno mai fatto parte le barriere fono-assorbenti oggetto di indagine - installate su 60 km su un totale di 3.000 km della rete Aspi -  rispetto alle quali Tomasi non ha mai avuto alcuna responsabilità diretta o indiretta».

Autostrade, aggiornamenti traffico

Sulla A12, coda tra Lavagna e Chiavari (l’uscita di Lavagna è chiusa al traffico provenendo da Genova per lavori. Uscita consigliata provenendo da Genova: Chiavari). 

Sulla A7, code tra il bivio con la A10 e Busalla in direzione Milano, e coda tra Busalla e Bolzaneto per la chiusura del tratto. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sulla A26, code tra il bivio con la A7 e con la A10 per cantieri e lavori, sulla A10 code tra il bivio con la A26 e Arenzano. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Derubato tre volte in una notte, l'ultimo ladro lo abbraccia per 'consolarlo'

  • Autostrade, concluse le ispezioni nelle gallerie; diventano gratis 150 km

  • Lite fra sorelle, la polizia scopre piante di marijuana nell'orto

  • Previsioni traffico estate 2020, un solo giorno da bollino nero

  • Inaugurato il nuovo ponte di Genova, fra «orgoglio e commozione»

  • Investita mentre attraversa la strada, grave anche il conducente dello scooter

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento