Domenica, 17 Ottobre 2021
Attualità

Caos autostrade, la proposta del Pd: «Esenzione automatica del pedaggio»

I consiglieri regionali chiedono di istituire un meccanismo che, in caso di lavori e ritardi, cancelli in automatico il pagamento del ticket

Esenzione automatica del pedaggio autostradale in caso di code e ingorghi legati a cantieri e ritardi: la proposta arriva dal gruppo Pd in Regione, che ha commentato l’ennesima mattinata di disagi alla circolazione sul nodo genovese a causa di un intervento straordinario di manutenzione in una galleria sulla A10.

«Su code e disagi per le autostrade liguri è il momento di dire basta: la situazione non è più accettabile - spurgano i consiglierei del Pd - Serve un meccanismo automatico per cui, quando ci sono lavori, ritardi e ripercussioni sulla viabilità scattino direttamente l'esenzione dei pedaggi per gli utenti e penali per le società che non rispettano i tempi di lavoro».

Il capogruppo Luca Garibaldi ha già annunciato che «presenteremo nei prossimi giorni una proposta di legge regionale da mandare alle Camere per chiedere di istituire questi automatismi- Il Consiglio Regionale può proporre leggi al Parlamento e quindi noi chiederemo di attivare questo meccanismo attraverso una nostra proposta. Non si può più andare avanti con i tavoli di confronto, tentando accordi di volta in volta perché sono una presa in giro. Serve una legge nazionale: cantieri veloci e tempi rispettati, chi non li rispetta paga. E quando ci sono disagi al traffico dovuti al prolungamento dei cantieri o delle ispezioni scatti l'esenzione del pedaggio».

Poi l’invito al presidente della Regione, Giovanni Toti, a «fare come l'anno scorso con le ordinanze sui cantieri. Lo faccia adesso, perché la situazione sta diventando insostenibile». Il consigliere regionale Rossetti, invece, ha chiesto a Toti di convocare anche Trenitalia e le aziende del trasporto su gomma, insieme con Autostrade, per mettere a punto nuovi piani per gestire il traffico.

«Neanche dopo gli ultimi giorni da incubo e la riunione dell’altro ieri tra Regione e Autostrade si è pensato di riunire a un tavolo tutti i soggetti in modo da ricalibrare per esempio l’offerta dei treni e la loro capienza, alla luce dei disagi alla viabilità autostradale - ha detto Rossetti - Il traffico moderno è intermodale, serve mettere insieme ferro e gomma e fare una pianificazione correlata dei lavori previsti sulla rete autostradale, aumentando la disponibilità di treni nelle fasi più intense di cantierizzazione in cui il traffico va in tilt da ponente a levante».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caos autostrade, la proposta del Pd: «Esenzione automatica del pedaggio»

GenovaToday è in caricamento