Attraversamenti pericolosi, il Comune promette: «In sicurezza entro fine 2020». Ma mancano i fondi

Al centro di un’interrogazione in consiglio comunale le strisce di via Molassana, teatro di incidenti anche gravi. L’assessore Campora: «Comuni in difficoltà economica dopo il covid»

Entro la fine del 2020 alcuni degli attraversamenti molto pericolosi della città verrano potenziati e messi in sicurezza. La promessa arriva dall’assessore ai Trasporti, Matteo Campora, che ha dato seguito a una delibera dello scorso aprile elaborata in collaborazione con i Municipi. 

Campora ha risposto a un’interrogazione presentata dai consiglieri Stefano Giordano e Lorella Fontana, che hanno puntato i riflettori sull’attraversamento pedonale di via Molassana, teatro di numerosi incidenti, tra cui uno mortale di qualche anno fa. Nei giorni scorsi un altro incidente, fortunatamente senza gravi conseguenze, ha rinfocolato la discussione sulle strisce più pericolose della città.

«Avevo preso un impegno, ad aprile, di sentire municipi per ottenere una lista di attraversamenti da potenziare - ha spiegato Campora - Tra aprile e maggio abbiamo individuato quelli più pericolosi, e ci siamo presi l’impegno di potenziarli entro la fine del 2020, impegno che porteremo a termine, nei tempi previsti». Campora ha però messo le mani avanti, ricordando che il periodo di lockdown e l’emergenza coronavirus hanno messo in ginocchio le finanze di molti Comuni, compreso quello di Genova.

«Il coronavirus ha drenato la liquidità di molte amministrazioni che si trovano ora in grande difficoltà - ha concluso - se non arriveranno denari al più presto ci saranno effetti sull’attività del Comune: i finanziamenti sono indispensabili».

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Genova usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ferrari distrutta per Marchetti mentre si allena a Pegli

  • Covid, firmato il nuovo dpcm: spostamenti, asporto e scuola, cosa prevede

  • La Liguria torna in zona gialla, ma si attende il nuovo (e più severo) dpcm: cosa si sa

  • Liguria in zona arancione con i nuovi parametri: cosa cambia

  • Il genovese "Fotografo dei Puffi" conquista i social: «Così faccio conoscere la Liguria con fantasia e ironia»

  • Liguria gialla o arancione da domenica, attesa per la nuova ordinanza

Torna su
GenovaToday è in caricamento