rotate-mobile
Attualità Chiavari

Sanità di prossimità, progetto al via in Asl 4

Collaborazione tra azienda, medici di medicina generale e pediatri di libera scelta per l'attuazione delle missioni 5 e 6 del Pnrr e, con esse, il potenziamento dei servizi sociosanitari

Ha preso ufficialmente il via la collaborazione con i medici di medicina generale e i pediatri di libera scelta sul progetto di sanità di prossimità nella Asl 4 Chiavarese, permetterà l'attuazione delle missioni 5 e 6 del Pnrr e, con esse, il potenziamento dei servizi sociosanitari di prossimità previsti.

Si è svolto giovedì 28 luglio 2022 l'incontro tra la direzione strategica di Asl 4, i rappresentanti delle organizzazioni dei Medici di medicina generale e dei pediatri di libera scelta, nonché delle organizzazioni confederali Cgil, Cgil Spi, Cisl, Cisl Fnp, Uil e Uilp. 

Due sono le azioni di prossimo avvio concordate durante la riunione. La prima riguarda il coinvolgimento dei medici di medicina generale per conoscere e utilizzare la 'Cartella a casa', in fase di approvazione regionale, che consente la presa in carico del paziente da parte delle equipe multiprofessionali e del singolo professionista, mediante la valutazione del bisogno, la stesura di piani di assistenza individuale, l’elaborazione di cartelle cliniche domiciliari e l’erogazione di misure economiche a supporto del mantenimento a casa delle persone non autosufficienti.

I medici potranno, fin da subito, consultare le prese in carico dei loro assistiti, inserire gli accessi eseguiti con i loro pazienti, consultare i report di consuntivazione degli accessi dei pazienti ai distretti e ai medici stessi. Successivamente i medici potranno chiedere un teleconsulto direttamente agli specialisti con le seguenti funzionalità: formulare un quesito con eventuali informazioni aggiuntive (file, immagini), ricevere la risposta dei team di specialisti, aprire il sistema di televisita/teleconsulto regionale per chiamata video estemporanea tra gli attori del consulto e chiamo del teleconsulto asincrono dall’applicazione 'Cartella a casa'.

La seconda azione coinvolge i medici di medicina generale nell’assistenza di pazienti con malattie croniche; essendo i medici il principale riferimento nell’intercettare i bisogni di salute del cittadino, nonché uno snodo essenziale per garantire l’efficacia dei percorsi diagnostico-terapeutico-assistenziali anche attraverso l’utilizzo degli strumenti di telemedicina, si svolgeranno incontri a cadenza regolare per un loro maggiore coinvolgimento nel percorso diagnostico terapeutico assistenziale (Pdta) del Diabete.

Tale coinvolgimento sarà successivamente esteso alle altre patologie croniche: scompenso cardiaco, broncopneumopatia cronica, anemia, fibrillazione atriale, ipertensione arteriosa, asma, ecc...

L’incontro si è concluso con l’accordo tra le parti di mantenere un costante aggiornamento sulla progettualità e di incontrarsi entro la fine di ottobre per condividere il monitoraggio del percorso operativo, valutare l’estensione alle altre malattie croniche e stabilire le fasi successive della collaborazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità di prossimità, progetto al via in Asl 4

GenovaToday è in caricamento