Dai piccoli di riccio a quelli di capriolo, sos dell’Enpa: «Aiutateci ad aiutarli»

L’Enpa di Campomorone si occupa di fauna selvatica, e con la bella stagione arrivano moltissimi cuccioli in condizioni di difficoltà

Ci sono i tre piccoli ricci trovati sotto un cumuli di paglia, e ancora i pipistrelli appena nati, pulli caduti dal nido o attaccati da animali domestici e, inevitabilmente, i piccoli di capriolo “rapiti” dai prati: con le nuove nascite e le uscite dal letargo è una stagione di super lavoro per il Cras di Campomorone, il centro di recupero animali selvatici dell’Enpa, e tra le necessità primarie per far fronte alla situazione c’è quella di latte.

I volontari dell’Enpa hanno affidato gli appelli ai social, dove spesso vengono fornite anche indicazioni utili per salvare (o non salvare, a seconda della situazione) animali selvatici. In alcuni casi, come quelli che riguardano i caprioli trovati in mezzo all’erba, la raccomandazione più diffusa è quella di non toccarli e lasciarli al riparo della vegetazione per consentire alla mamma di ritrovarli, consiglio del tutto simile a quello che riguarda i piccoli volatili, che spesso cadono dal nido ma vengono poi “recuperati” dalle madri, a patto di non essere “contaminati” dal tocco umano.

Non è stato però il caso del pullo di cuculo catturato da un gatto domestico e ferito: preso in carico, verrò rimesso in libertà appena le sue condizioni lo consentiranno. Stesso destino per i ricci e per i piccoli di capriolo, così come per i piccoli pipistrelli arrivati nei giorni scorsi: «La stagione dei piccoli di pipistrello è ormai iniziata, non vogliamo essere impreparati», scrivono dall’Enpa, consigliando poi la tipologia di latte necessario e come acquistarlo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’appello, in generale, è quello di contribuire con ciò che si può, visto anche il periodo: oltre al latte, sono sempre utili materiali sanitari, e a seconda delle stagioni asciugamani e lenzuola.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in Sopraelevata, choc per la morte di Ginevra: «Ciao angelo»

  • Meteo, preallerta per le prossime 48 ore

  • Schianto in sopraelevata, muore una ragazza di 28 anni

  • Un Premio Oscar a Genova: Helen Mirren pranza in una trattoria del centro

  • Quattro detenuti a Italia's Got Talent, la Uil: «Spreco di soldi pubblici»

  • Il weekend a Genova e dintorni: Festa dello Sport, Fiera a Chiavari, Festa del Cane, ravioli e focaccette e tanto altro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
GenovaToday è in caricamento