Allerte meteo, le previsioni per le prossime ore: vento e mare fanno paura

Arpal ha fornito alcuni aggiornamenti sull’andamento delle giornate di allerta: la pioggia sembra essersi fortunatamente fermata, ma i venti e le onde sferzano il territorio

Finisce una notte da incubo per la Liguria per la prima vera ondata di maltempo che si è abbattuta sulla Regione, e cambiano le modalità di allerta.

Sulla zona A, l’allerta rossa entrata in vigore sui bacini medi e grandi alle 14 di venerdì è terminata alle 6 di sabato, diventando arancione sino alle 10. Per i bacini piccoli, gialla sino alle 10.

Sulla zona B, che comprende anche Genova, l’allerta è stata arancione e lo resta sino alle 10, per poi passare a gialla sino alle 14 di sabato.

Sulla Zona C, l’allerta rossa è terminata alle 8 di sabato, passando ad arancione sino alle 14 e gialla sino alle 16. La zona D, allerta arancione dalle 6 alle 10 di sabato (gialla sui bacini piccoli).

Sulla zona E, allerta arancione sino alle 14 di sabato, gialla sino alle 16. 

Previsioni meteo sabato 3 ottobre

Le criticità maggiori si sono registrate nella tarda serata di venerdì e nella notte tra venerdì e sabato, e ci si attendevano code di temporali sopratutto in mattinata. Arpal ha però spiegato che la struttura temporalesca stazionaria che aveva insistito per tutta la serata sul Ponente ha perso d'intensità per effetto dell'attenuazione del flusso umido meridionale e il sopraggiungere del fronte freddo dalla Francia. 

Sospinto da questo fronte, il sistema si è evoluto in una linea temporalesca che ha spazzato velocemente l'intera regione da Ponente a Levante fino a raggiungere la Toscana facendo registrare piogge tra deboli e moderate. A seguire permane sulla regione un flusso umido sudorientale debolmente instabile che sta determinando piogge diffuse d'intensità in prevalenza debole, solo localmente moderata.

Nelle ultime ore sono transitati i colmi di piena nelle sezioni focive di tutti i maggiori corsi d'acqua del Ponente (Roya, Nervia, Argentina, Arroscia, Neva, Centa) sui quali si registra una generalizzata decrescita dei livelli idrometrici attualmente ancora su valori piuttosto elevati.

Nel Ponente regionale nelle prossime ore proseguirà la decrescita dei livelli idrometrici su tali corsi d'acqua che non dovrebbe risentire delle deboli precipitazioni in atto.

Per via delle piogge che si stanno osservando, nel Levante della Liguria si stanno registrando i primi nuovi innalzamenti dei corsi d'acqua dove sono attese transitare nelle prossime ore nuove piene.

In seguito al transito frontale si è assistito a un deciso calo termico (di 4°/6° C) e a una generale rotazione dei venti da sud, sudovest in parziale attenuazione sulla costa dove si registrano venti fino a forti, mentre sui rilievi permangono venti fino a burrasca forte, localmente di tempesta (raffiche fino a 160 km/h a Casoni di Suvero, 140 km/h a Tanadorso, 123 km/h a Giacopiane - Lago e Fontanafresca, 100 km/h a La Spezia).

Permane uno stato di mare tra agitato e molto agitato con mareggiate intense su tutta la costa (altezza d'onda significativa fino a 4 m, periodo fino a 8 s) in rotazione da ostro a libeccio con condizioni di mare incrociato sulla costa di Centro-Levante.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente di caccia a Bolzaneto: muore 58enne colpito per errore

  • Travolta da uno scooter a Sant'Eusebio, muore in ospedale: «Ciao Ale»

  • All'asta le sneaker della Lidl. Anche mille euro per una taglia 38

  • Lo spettacolo della Corsica dalla Liguria: miraggio o realtà?

  • Tragedia al San Martino, trovato morto paziente allontanatosi dal reparto

  • A passeggio dopo il coprifuoco: «Stiamo tornando a casa dopo una festa con amici». Multati

Torna su
GenovaToday è in caricamento