rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Attualità

Montagne d'ossa sotto l'Acquasola: tv cinese racconta la peste di Genova

Nei sotterranei del parco la macabra ri-scoperta del Centro studi sotteranei sulla peste del '600

Pareti ricoperte di ossa umane sotto il parco dell'Acquasola. È la macabra ri-scoperta compiuta dal Centro studi sotterranei di Genova nel 1989 che presto sarà raccontata dalla più grande emittente televisiva cinese, la China central television. 

Una troupe della Cctv ha sfidato le limitazioni dovute all'attuale pandemia, quella da covid-19, per venire a raccogliere le testimonianze della peste nera che colpì nel 1600 anche Genova e che provocò la morte di decine di migliaia di persone.

Testimoni del ritrovamento dell'ossario sono gli esperti del Centro studi sotterranei che hanno condiviso con gli operatori cinesi le fotografie e i video del poderoso giacimento di ossa e teschi (in termini tecnici osteologico) che si trova alla fine di una serie di cunicoli sotto il parco genovese tra piazza Corvetto e corso Podestà. 

"Questo ritrovamento ha avuto una grande eco non solo a scala nazionale e questa visita ne è la prova", commentano dal Css. "Il contenuto del Bastione dell’Acquasola rappresenta una incredibile risorsa per Genova, sia dal punto di una possibile valorizzazione in chiave turistica e culturale, sia come volano di una seria ricerca scientifica in campo medico e farmaceutico".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Montagne d'ossa sotto l'Acquasola: tv cinese racconta la peste di Genova

GenovaToday è in caricamento